Quantcast
facebook rss

La solidarietà non si ferma
Ospedale “Mazzoni”,
il Bim dona
un prezioso dispositivo
per la terapia intensiva

ASCOLI - Lo strumento era rimasto bloccato in Germania a causa del Coronavirus. Sarà fondamentale per far respirare i malati nelle urgenze/emergenze in rianimazione e in tutte le unità operative e servizi al di fuori della sala operatoria
...

«In un momento così difficile avere il sostegno reale dagli enti del nostro territorio ci riempie di orgoglio e ci motiva in un momento così difficile». Con queste parole il personale del reparto di rianimazione dell’ospedale “Mazzoni” ringrazia il Consorzio del Bacino Imbrifero Montano del Tronto e il suo presidente Luigi Contisciani, protagonisti di una donazione speciale.

La strumentazione donata dal Bim al “Mazzoni”

Trattasi di un dispositivo che trova numerose ed importanti applicazioni in terapia intensiva. In particolare, il modello risulta di facile utilizzo nelle urgenze/emergenze in rianimazione e in tutte le unità operative e servizi al di fuori della sala operatoria.

E’ indispensabile che il medico anestesista o rianimatore abbia a disposizione tutti gli strumenti tecnici che permettano di “far respirare il malato”; l’attrezzatura in oggetto infatti garantisce un accesso sicuro e rapido alla trachea del paziente per l’inserimento di protesi respiratorie (intubazione oro o nasotracheale).

L’acquisto del dispositivo è stato messo a punto nel novembre 2019 ma poi era rimasto bloccato in Germania a causa dello stop di merci e trasporti dovuto alla pandemia. Ora però lo strumento è operativo nella e prezioso in tempi normali è oggi, in tempi di Covid, fondamentale.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X