Quantcast
facebook rss

...

COMUNE DI ASCOLI PICENO

EMERGENZA ECONOMICA LEGATA ALL’EPIDEMIA COVID-19

 

PIANO DI AZIONE PER IL SOSTEGNO ALLA RIPRESA E AL FUTURO DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

 

PREMESSA

Ad ogni livello istituzionale, nazionale e internazionale, si sta discutendo delle conseguenze economiche e delle modifiche agli stili di vita dei cittadini e delle città, causate dall’emergenza COVID-19 e dalle conseguenti misure di contenimento.

 

In tale cruciale situazione l’Amministrazione comunale è chiamata a svolgere un ruolo fondamentale per favorire la ripresa equilibrata e sostenibile delle attività produttive e fornire proposte operative, inserite in un quadro più ampio, generale e sistemico, per sostenere e supportare la ripresa delle attività economiche, commerciali e artigianali e, più in generale contribuire al rilancio dell’attrattività della città di Ascoli. Nell’ottica di tornare al più presto ad una piena normalità, seppure con nuove regole, è necessario organizzarsi al meglio per gestire lo scenario più probabile, di adattamento e convivenza con il virus, attraverso una fase di contenimento post lockdown e, in una visione ottimistica, un successivo sviluppo.

 

PIANO D’AZIONE E PRINCIPI GUIDA

Per questo, l’Amministrazione comunale ha redatto un Piano di Azione, che si sviluppa in direttrici e azioni, partendo dal senso di appartenenza alla città, dal bene comune, sempre vantaggioso per tutti, dall’idea e dalla concezione di ascolanità, da quel sentire ascolano che ha generato e genera eccellenze, tipicità e peculiarità, che, insieme, possono produrre le sinergie sia per rilanciare e sviluppare le attività, che per contribuire all’attrattività del tessuto socioeconomico.

 

Tale Piano è stato redatto secondo modalità di consultazione, partecipazione e condivisione con categorie, organizzazioni, associazioni e, in generale, con gli stakeholders, e basato sul concetto di fare squadra poiché soltanto facendo squadra, aldilà dell’interesse del singolo o della singola attività è raggiungibile l’obiettivo di una ripresa economica e di vita cittadina.

 

La declinazione classica per la progettazione, plan-do-check-action, è stata invertita a favore di azioni immediate a supporto operativo alle attività locali. Il monitoraggio costante e le opportune azioni di miglioramento potranno integrare, rettificare, modificare le linee progettuali del piano di sviluppo e rilancio cittadino, contribuendo all’aumento della funzionalità per i cittadini e dell’attrattività per operatori economici, turisti e visitatori.

 

ARTICOLAZIONE DEL PIANO

Il Piano è articolato, su tre direttrici e tre diverse tempistiche:

 

  1. Sostegno all’Emergenza Economica: Azioni Immediate
  2. Gestione dell’Emergenza: Ripartenza/Fase di adattamento e transizione – Breve Periodo
  3. Ripensare il Futuro della Città: Scenari e visioni di progettualità – Medio periodo

 

Le azioni delle singole fasi non si esplicano in tempi successivi ma paralleli, come illustrato nel seguente cronoprogramma:

 

FASI M G L A S O N D G F M A M
A
B
C

 

 

 

 

Il raggio d’azione del piano riguarda tutta la città e, in relazione alle tipologie di attività:

  1. Pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande;
  2. Esercizi di commercio al dettaglio;
  3. Attività artigianali e di Servizio

 

Anche nella fase di attuazione sarà intrapreso un percorso di condivisione, volto a monitorare e, conseguentemente porre in atto azioni correttive e di miglioramento del Piano, sempre attraverso il dialogo e il confronto con categorie, organizzazioni associazioni e stakeholder.

 

FARE SQUADRA

Solo facendo squadra e non ragionando per singolo interesse, per singola attività riusciamo a raggiungere il risultato per tutti.

  • Il Commercio e l’Artigianato ad Ascoli Piceno: solo facendo squadra. Solo riappropriandosi di un senso di appartenenza, del bene comune supremo e vantaggioso per tutti, di tornare ad essere tutti veri Ascolani, possiamo mettere a sistema le varie eccellenze presenti nella nostra città, fare squadra, attivarsi e prodigarsi per iniziative comuni, settoriali, di zona.
  • Circuito Commercio/Artigianato: Partendo da una card comune a tutti gli operatori che permette di avere sconti in tutte le attività, creando un circuito interno tra loro.

 

LE AZIONI DEL PIANO

  1. SOSTEGNO ALL’EMERGENZA ECONOMICA: AZIONI IMMEDIATE

 

  1. Contributi a Fondo Perduto ed interventi sulle Tasse Comunali

I costi fissi senza le entrate del periodo Covid-19 sono uno dei punti necessari.

  • Concessione di contributi a Fondo Perduto: l’Amministrazione Comunale ritiene necessario un aiuto concreto ed immediato a tutte le Attività Produttive che rischiano la chiusura.

Le modalità di sostegno alle attività e i criteri per la concessione di agevolazioni, contribuzioni e/o sgravi verranno analizzate e realizzate in sinergia con il Settore Risorse Finanziarie.

  • Tasse Comunali:
  • Tari (Tassa sull’Immondizia)
  • Tosap (Tassa sull’occupazione del suolo pubblico) – già sospesa per sisma
  • Tari/Criteri Riduzione

Le modalità di sostegno alle attività e i criteri per la concessione di agevolazioni, contribuzioni e/o sgravi verranno analizzate e realizzate in sinergia con il Settore Risorse Finanziarie.

 

  1. Sanificazione/Sicurezza delle Persone e dei Locali/ Dpi/Mascherine Formazione/Consulenza/Collaborazione

La Sanificazione nel rispetto delle Norme è una delle esigenze maggiormente richieste dagli operatori commerciali.

  • Sanificazione/Sicurezza/Tranquillità: Ascoli Piceno una tra le città più sicure rispetto alla situazione emergenziale del Corona Virus in base ai dati relativi al contagio e alle sue conseguenze. Una buona comunicazione, darebbe e confermerebbe l’idea e la percezione che le Attività Commerciali di Ascoli sono SICURE E SANIFICATE, con rilascio di attestati e certificazioni specifiche.
  • Formazione sull’utilizzo delle mascherine, informare bene gli Operatori Commerciali su cosa si intende per corretta Sanificazione e cosa sia necessario per applicarla, ulteriore Formazione sui DPI necessari.
  • Il Comune organizzerà in maniera diretta o tramite le Associazioni di Categoria la più ampia informazione Ufficiale e corretta di quali sono le Norme da seguire e da rispettare, quali i modi, le operatività e i possibili costi consequenziali.
  • Domande/FAQ/Risposte: In questo momento così difficile le persone sono spesso confuse e hanno bisogno di punti fermi, tra questi il Comune darà vita ad un servizio FAQ di Domande e Risposte On line.
  • Associazioni di Categoria: Continuare a lavorare con un unico gruppo di lavoro, flessibile, operativo, collaborativo e Super Partes, mettendo a disposizione di tutto il Gruppo operativo le relative competenze e le iniziative e le possibilità delle Associazioni a livello locale e Nazionale. Un solo interesse comune: il Servizio ai Cittadini e agli Operatori delle Attività Produttive.

 

  1. Adeguamento delle unità immobiliari utilizzate per lo svolgimento delle attività.

È ipotizzabile che possano richiedersi ed attuarsi, anche spontaneamente, comportamenti diversi nell’accesso e nella permanenza all’interno e all’esterno dei locali adibiti ad attività commerciali. Potrebbero rendersi utili alcuni strumenti di supporto.

Le modalità di sostegno alle attività e i criteri per la concessione di agevolazioni, contribuzioni e/o sgravi verranno analizzate e in sinergia con il Settore Risorse Finanziarie.

 

  1. Sviluppo degli Spazi all’aperto anche non diretti
  • Spazi all’aperto, relativo sviluppo, incremento, disponibilità ad agevolare gli operatori ad occupare più spazio possibile all’aperto, in modo tale da evitare conseguentemente la presenza in posti chiusi più pericolosi per il contagio. A tal riguardo la Giunta Comunale ha approvato le Linee Guida con i criteri per l’occupazione delle aree pubbliche. Obiettivi sono quello di contribuire al rilancio e allo sviluppo delle attività commerciali ed artigianali, più in generale al tessuto economico-produttivo locale, garantendo nel contempo la fruibilità dello spazio pubblico urbano. Altro obiettivo è quello di sollecitare e favorire lo sviluppo di forme nuove dell’offerta commerciale e del rapporto produttore-consumatore, basate anche sulle possibilità di veicolare il prodotto attraverso percorsi esperienziali ed interaziendali. Possono richiedere l’utilizzo delle aree pubbliche o comunque ad uso pubblico:
  • Pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande;
  • Esercizi di commercio al dettaglio;
  • Attività artigianali e di Servizio.
  • Punti principali delle linee guida:
  • possibilità a tutti gli operatori di qualsiasi categoria di poter fare richiesta di utilizzo di suolo pubblico;
  • possibilità di poter raddoppiare il suolo pubblico già a disposizione secondo il regolamento esistente fatta eccezione delle piazze principali e nel rispetto della sicurezza;
  • possibilità di estendersi sia in profondità che in ampiezza con il permesso del vicinato;
  • possibilità di creare uno spazio nel vicinato di 100mt a coloro che non hanno spazio davanti al proprio esercizio;
  • possibilità di commercio esperienziale, tra più attività in sinergia, con spazi comuni;

 

  1. Dehors/Distanziamento Fisico

stimolare e supportare presso la Soprintendenza, la necessità dovuta alla Emergenza Straordinaria, dell’importanza di far avere altri spazi durante il periodo invernale a tutte le attività produttive, in particolare alle più piccole e a quelle di ristorazione, bar, food and beverage, per permettere di poter continuare la propria attività con il rispetto delle norme sul Distanziamento Fisico (No Distanziamento Sociale).

Il pagamento della TOSAP è sospeso per tutto l’anno 2020

 

  1. Parcheggi – Sosta

Uno dei focus di questa Amministrazione è il costo della Sosta e relativa logistica dei Parcheggi. L’Amministrazione, alla luce della situazione emergenziale, sta affrontando, con l’attuale soggetto gestore, il tema della rimodulazione del rapporto in corso per ottenere condizioni maggiormente favorevoli.

 

  1. Varchi

Un altro punto molto sentito da questa Amministrazione sollevato dai Commercianti cittadini è il tema della riapertura dei Varchi.

  • Varchi/Aperture Stagionali: l’esigenza immediata sarebbe la riapertura di tutti i varchi, ma proprio per la natura del Covid-19 e dell’implementazione e dello sviluppo degli spazi all’aperto, si ritiene opportuno mantenere la situazione attuale.

 

  1. Servizio a Domicilio

La nuova realtà prevede un nuovo modo di fare commercio e dare servizi.

  • Servizio a Domicilio: l’Amministrazione è già intervenuta, creando un Elenco Cittadino di Attività Produttive che fanno un Servizio a Domicilio, con pubblicazione sul sito del Comune e dandone ampio spazio e risalto tramite i Social e altre piattaforme e siti che ne hanno fatto richiesta. Permettendo in tal modo di pubblicizzare e aiutare le Attività.

 

  1. Take-Away / Deroghe

Il Comune è sempre stato un fautore del take-away e dell’asporto, facendosene portavoce in ogni occasione. Finalmente la Regione ha permesso dal 27 aprile e lo Stato dal 4 maggio, al mondo del Food di poter operare con l’Asporto e il Take Away.

  • Asporto e Take Away: ai Ristoratori, viene data la possibilità di ampliare la propria attività lavorativa, soprattutto in linea e in perfetto modus operandi in una ottica di cambiamento dovuto alla emergenza e alle sue conseguenze.
  • Asporto Esterno al locale: Il Comune studierà immediatamente la possibilità di permettere l’Asporto anche all’Esterno degli Esercizi, in precisi spazi e strutture adibite e conformi.

 

  1. Saldi/Sconti Promozionali

La concorrenza del mondo E-Commerce, non permette agli esercizi locali di essere concorrenziali sui prezzi

  • Saldi/Vendite Promozionali/Sconti: L’Amministrazione si farà baluardo degli interessi del Commercio e Artigianato cittadino. La Regione dovrà su richiesta del Sindaco e di tutta la città, dare la possibilità di particolari e straordinarie Deroghe in base alle esigenze e alle richieste del Commercio cittadino, alle norme attuali in base alla Ripartenza che il Nuovo Decreto proporrà.

 

  1. Commercio su aree pubbliche

La configurazione del mercato ambulante cittadino è una leva fondamentale del commercio ascolano, accanto a quella del commercio in sede fissa. Sviluppando sinergie tra le due componenti, l’intero mercato può raggiungere obiettivi di valorizzazione e di sviluppo. La ripartenza si può configurare per entrambi come una sfida vincente se improntata al gioco di squadra.

 

 

  1. Bus navetta

Un grande successo della nostra città

  • Si conferma il servizio Bus Navetta: Trasporto pubblico gratuito, nel rispetto del Distanziamento Fisico, permetterebbe alla città una maggior vivibilità e un minor impatto dei limiti di viabilità con il discorso dei varchi e del costo dei parcheggi, un modo migliore di vivere la ns città.

 

  1. Controlli del rispetto delle Norme anti Covid-19

Il Covid-19 ha giustamente inasprito i controlli.

  • Controlli Autorità competenti: si chiede l’intercessione del Comune in una tavola rotonda con tutte le Autorità preposte al controllo, con l’obiettivo del massimo rispetto delle norme e delle regole, ma con un atteggiamento collaborativo, formativo e non sanzionatorio, da applicare severamente ad un secondo controllo non in regola

 

  1. Orari e giorni di apertura

La situazione attuale, la vocazione richiesta di città turistica, richiedono una rivisitazione degli orari e dei giorni, una progettualità diversa per il futuro.

  • Orario / Giorni apertura: Incontri con gli operatori e le associazioni di categoria per studiare la proposta di orari continuati in alcune giornate, la proposta di stare aperti i giorni festivi e le domeniche per il pomeriggio, la rivisitazione degli orari nel periodo estivo.

 

  1. GESTIONE DELL’EMERGENZA: RIPARTENZA/FASE DI ADATTAMENTO E TRANSIZIONE – BREVE PERIODO

 

  1. Città Virtuale/Piazza Virtuale/Vetrine virtuali

Nel periodo emergenziale molte attività commerciali ed artigianali hanno mantenuto un livello produttivo grazie alla commercializzazione on-line dei propri prodotti. Probabilmente l’emergenza epidemiologica ha accelerato la consapevolezza ed utilizzo di tali strumenti (esistenti da tempo) da parte del produttore e del consumatore. Si potrebbe lavorare su queste direttive:

  • E-Commerce: Standardizzare la conoscenza e l’utilizzo dei procedimenti che portano alla legittima attivazione di tali strumenti di vendita che si distinguono in vendita on-line (e-commerce) e vendita per corrispondenza. L’Amministrazione Comunale si attiverà per creare una Piattaforma comune per tutte le Attività Produttive Ascolane, con una serie di programmi e progetti che oltre a sviluppare la vendita on-line possano dare visibilità, conoscenza, pubblicità, comunicazione e progetti promozionali comuni, tipo card con punti e sconti. Probabilmente, nella attuale fase storica e grazie alle tecnologie sviluppate (social media), le due tipologie potrebbero fondersi in una unica; in tale direzione è opportuno lavorare con la struttura amministrativa del Servizio SUAP (modellazione, procedimentalizzazione, gestione).;
  • E-Commerce: Favorire (incentivi economici) lo sviluppo di vetrine elettroniche delle diverse attività commerciali, che non siano semplicemente il sito della specifica attività ma strumenti in grado di inserirsi e cooperare in un sistema più generale di “città virtuale” entro cui posizionare la propria attività, per fruire di sistemi di servizio (geo-localizzazione, servizi logistici di supporto, connessione con le banche dati ed i portali amministrativi, servizi finanziari e turistici). Tale ultimo sistema dovrebbe (anche attraverso contratti di sponsorizzazione o specifica gara pubblica) essere integralmente realizzato e supportato dall’amministrazione comunale.
  • Totem/APP/Siti cittadini: incrementare sempre più l’opportunità di dialogare, visualizzare, comunicare tutto quello che le attività e gli operatori Ascolani fanno o possono offrire all’interno del proprio negozio, con tutti i mezzi virtuali e non, possibili. I Totem Digitali nei punti principali della Città oltre ad essere un mezzo turistico fondamentale permettono sempre più lo sviluppo di “Città Virtuale”
  • Sviluppo della logistica: Nell’attuale periodo e molto di più nella fase post-emergenziale, si renderà necessario porre delle riflessioni sul sistema della logistica urbana. In particolare, se dovesse rivelarsi effettivo lo sviluppo, nel lungo termine, del sistema della vendita a distanza e trasporto a domicilio, è conseguentemente lecito aspettarsi lo sviluppo del sistema della logistica del “micro-trasporto”. È opportuno sviluppare delle analisi che permettano di capire quali possano essere le esigenze delle attività che potrebbero utilizzare tali sistemi (negozi ed attività produttive in genere) e dei soggetti che effettuano tali servizi (mezzi, percorsi, orari). Potrebbe rendersi necessario immaginare di effettuare delle modifiche alle infrastrutture della città, spazi di sosta dedicati, aree di scambio, percorsi privilegiati. Tale aspetto è fortemente connesso e strategico rispetto allo sviluppo del sistema dematerializzato immaginato in relazione alla “città virtuale”.

 

  1. Affitti

Uno dei problemi principali di tutti gli operatori commerciali in questa fase di inattività.

  • Stato/Regione: il Comune si farà promotore presso le Amministrazioni Centrali e La Regione ad apportare Finanziamenti a Fondo Perduto o in ogni caso un sostegno agli affitti che le Attività Produttive hanno sostenuto o devono sostenere nel periodo Covid-19, soprattutto nel periodo di chiusura attività. Una idea molto interessante di cui farsi promotori nei confronti dello Stato è la possibilità di un Credito d’Imposta nei confronti di tutti i Proprietari di Esercizi Commerciali che ridurranno il Canone di Affitto/rateizzino questi 3 mesi nei successivi mei 6 mesi successivi.
  • Proprietari Privati: il Comune si farà portavoce delle istanze di tutte le Attività Produttive nei confronti di tutti i Proprietari Immobiliari di locali commerciali, con la volontà di far emergere la situazione di Emergenza Eccezionale e Straordinaria, che richiede un intervento unico e doveroso da parte di tutti.
  • Inoltre come già evidenziato, richiedere allo Stato un intervento a favore dei Proprietari che faranno riduzioni e rateizzazioni con un credito d’imposta.

Le modalità di sostegno alle attività e i criteri per la concessioni di agevolazioni, contribuzioni e/o sgravi verranno analizzate e in sinergia con il Settore Risorse Finanziarie.

 

  1. Liquidità/sistema Bancario

Un elemento fondamentale per la Ripartenza è la Liquidità.

  • Banche: il Comune si farà portavoce delle istanze di tutte le Attività Produttive nei confronti di tutto il Sistema Bancario Locale per creare opportunità di Liquidità nei confronti tutte le Attività Produttive cittadine. La situazione di Emergenza chiede un intervento Una Tantum Eccezionale e Straordinario, di aiuto concreto per la ripartenza di tutti gli operatori della ns Città.

 

  1. Promozione e Supporto allo sviluppo di nuove attività

L’Amministrazione intende contribuire allo sviluppo di nuove attività, di start up e di nuove figure professionali e nuovi posti di lavoro (web designer, consegna a domicilio, e-commerce e relativa struttura a supporto).

  • Nuove attività: La città di Ascoli, in particolare il Centro Storico, ha registrato un incremento esponenziale delle attività cosiddette Food. Occorre promuovere e incentivare la creazione di nuove attività anche attraverso la riduzione dei tributi comunali. Soprattutto in Centro Storico l’obiettivo è di ricreare e sviluppare un Centro Commerciale all’Aperto dove i consumatori possono trovare tutto, ogni merceologia, ogni prodotto, cosa oggi da migliorare e da stimolare. Le modalità di sostegno alle attività e i criteri per la concessioni di agevolazioni, contribuzioni e/o sgravi verranno analizzate e realizzate in sinergia con il Settore Risorse Finanziarie.
  • Start-Up: È opportuno operare nella direzione del supporto alle start-up, in modo da favorirne lo sviluppo guidando ed assorbendo, quanto più possibile, l’onere delle incombenze procedimentali e “burocratiche”. Tali azioni possono essere adottate nella logica della rete, potenziando le iniziative già sperimentate (Sportello Rete Impresa, Tavolo di confronto con gli Ordini Professionali). È necessario, a tal fine, potenziare la struttura operativa del Servizio con profili professionali dedicati in maniera specifica allo svolgimento di tale attività
  • Nuovi posti di lavoro: lo sviluppo dell’E-Commerce cittadino e del Servizio a Domicilio, permetteranno l’opportunità di nuovi posti di lavoro locali, quali corrieri, riders.

 

  1. Musica- filodiffusione

Migliorare l’accoglienza e l’Atmosfera del ns Centro Storico.

  • Musica: una piacevole installazione di appropriati diffusori di musica con play list selezionate che creino in certi orari del giorno il piacere di vivere e passeggiare maggiormente la nostra città il nostro centro e le sue bellezze. Un bando da istituire con servizio gratuito per l’Amministrazione in cambio di pubblicità.

 

  1. Arredo Urbano

Sempre in una ottica di miglioramento della ns bellezza, non solo storica e culturale, ma anche dell’accoglienza.

  • Arredo urbano di accoglienza: creare delle isole verdi attrezzate (panchine, sedute, etc☺di accoglienza all’aperto nel rispetto delle normative vigenti;
  • Arredo Floreale: iniziativa da organizzare con tutti gli esercenti di attività, Piantine con fiori ai lati dell’ingresso e delle vetrine di ogni negozio (esempio già presente nella ns Città nella Via centrale C. Battisti, esempio della cittadina di Spello);

 

  1. Illuminazione

L’illuminazione è sempre più un elemento di arredo e di comunicazione

  1. Illuminazione Centro Storico: l’illuminazione può contribuire alla valorizzazione del patrimonio storico artistico, dei monumenti e delle bellezze architettoniche;
  2. Volontà di acquistare Video Proiettori per promuovere e comunicare tramite le immagini le iniziative della ns Città e la realizzazione di manifestazioni ed eventi.

 

  1. Bagni

La necessità di rendere fruibili, operativi e soprattutto visibili con opportuna segnaletica e indicazioni a tutti gli operatori, i bagni pubblici della nostra città.

 

  1. Lavori Pubblici

La città chiede di ripartire

  • Via Trieste: si chiede una valutazione del periodo inizio lavori, con attenzione a non chiudere totalmente, ma a permettere una continuità provvisoria.

 

 

  1. RIPENSARE IL FUTURO DELLA CITTÀ: SCENARI E VISIONI DI PROGETTUALITÀ – MEDIO PERIODO

 

  1. Eventi

La richiesta di far rivivere la città è fortissima.

  • Eventi: gli operatori chiedono l’aiuto della Amministrazione ad investire su Eventi per portare più persone possibili nella nostra Città. Chiaramente se sarà possibile sia da Decreto e soprattutto dalla valutazione della Emergenza Sanitaria, il Comune darà impulso al rilancio della nostra Città;
  • Manifestazioni con attività produttive connesse: uno dei messaggi principali nella fase di ripartenza e per il futuro è quello di abbinare le Manifestazioni a momenti di sviluppo lavorativo dando priorità alla presenza e alla opportunità da concedere agli operatori locali;
  • Iniziative e localizzazione: come già fatto e portato avanti da questa Amministrazione con l’iniziativa delle Notti Bianche di Porta Maggiore e di Monticelli, si chiede sempre più di fare iniziative simili ed altri tipi di eventi anche nelle parti periferiche della Città e non solo in Centro Storico, anche se giustamente è il Cuore Storico della Città ed è opportuno continuare a farlo

 

  1. Cultura

Punto di forza della ns città e del suo rilancio.

  • La Cultura: la nostra Storia, i Teatri, i nostri Monumenti, le Piazze per fare Vivere e Rivivere la ns Città, la nostra risorsa principale sulla quale investire.

 

  1. Turismo

Il rilancio della Città non può prescindere dal Turismo.

  • Ascoli Città da visitare: campagna di comunicazione per lo sviluppo del Turismo, iniziative abbinate alla nostra Diocesi, alla nostra Cultura, al mondo della Scuola, ai Comuni limitrofi del mare, delle colline e della montagna, al nostro territorio in sinergia con pacchetti specifici per l’unicità e la bellezza del nostro territorio Piceno e anche per un maggiore interscambio degli stessi cittadini di tutto il nostro Territorio all’interno dello stesso.

 

  1. Spiagge ascolane

Dare impulso e sistemare definitivamente le Spiagge di Ascoli, tutto il mondo dei nostri Fiumi e relative zone di pertinenza. Unica realtà Fluviale delle Marche balneabile. Un tesoro da valorizzare. Una alternativa a chi resta in città nel periodo estivo, un punto turistico di notevole interesse.

 

L’IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE

 

Il Piano d’azione sarà veicolato attraverso grande Campagna di Comunicazione su scala Nazionale ed Internazionale, per far conoscere e divulgare Ascoli, la sua bellezza, la sua storia, la cultura, i monumenti, le piazze, e le tante Eccellenze Ascolane, tra cui l’Accoglienza, il Servizio e la Qualità del nostro Commercio e Artigianato.

 

  1. Brand Ascoli e le sue Eccellenze

Obiettivo principale dell’Amministrazione Comunale è un investimento importante di risorse economiche per lanciare il Brand “Ascoli e le sue Eccellenze” in Italia e all’Estero. Investimento che avverrebbe nel periodo autunno 2020 primavera 2021.

  1. Compra in Ascoli

Compra “In” Ascoli: un sito dove raccogliere, video, messaggi di tutti i commercianti ascolani, anche durante il normale servizio ai clienti. Un Messaggio culturale e mentale di riappropriarsi della propria città del suo cuore, della sua bellezza. Un senso di appartenenza e di amore, dando sempre più importanza ai servizi e agli operatori del Commercio/Artigianato Ascolano

  1. Coinvolgimento delle Scuole

coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado, in lavori di gruppo e nel senso di appartenenza, come riappropriarsi del cuore della propria città, come valorizzare il proprio territorio, le proprie radici, come essere elemento fondamentale per il rilancio delle attività produttive anche in prima persona come consumatori e come protagonisti della vita cittadina, con la presenza soprattutto in centro storico (riappropriarsi della Tradizione della Piazza) e portare innovazioni e futuro con idee e progetti realizzabili. Tutti insieme per il bene comune della nostra città Ascoli.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X