Quantcast
facebook rss

Ascoli, Pulcinelli:
«Tosti e Ciccoianni
regaleranno le loro azioni,
ricapitalizzati 3 milioni»

SERIE B - Le rivelazioni del patron bianconero in una diretta Facebook: «Il mio più grande errore è stato non confermare Abascal dopo Livorno»
...

Pulcinelli e Abascal

«Il CdA ha stabilito di ricapitalizzare la società per 3 milioni di euro ai quali aggiungerò personalmente un milione per far fronte a tutte le necessità finanziarie».

Parole di Massimo Pulcinelli, patron dell’Ascoli, durante la diretta Facebook “Gli avvocati del diavolo”. L’ex presidente Tosti e il socio Ciccoianni, pertanto, ricapitalizzeranno la loro quota che sarà a fondo perduto visto che le hanno deciso di regalarle allo stesso Pulcinelli che già detiene circa il 90% delle azioni e diventerà proprietario dell’Ascoli al 100%.

Un gesto veramente lodevole e ammirevole quello dei due dirigenti ascolani che si sono dimessi non condividendo più la gestione del club da parte del patron.

Pulcinelli ha annunciato che la scelta del nuovo direttore sportivo non avverrà in tempi brevi, ma sarà valutata con attenzione più avanti.

Non è prevista invece la sostituzione del direttore generale Lovato che lascerà l’Ascoli per fine contratto.

Per quanto riguarda il taglio degli stipendi ai calciatori a causa dei due mesi di forzata inattività l’accordo con i giocatori bianconeri è molto vicino: ciascuno dovrà rinunciare ad una mensilità e mezza.

Pulcinelli ha ribadito la sua piena fiducia in Abascal che avrà il compito di allenare la prima squadra ma anche quello di soprassedere su tutta l’area tecnica. «Il mio più grande rammarico è quello di non aver confermato Abascal dopo la vittoria di Livorno ma di aver ingaggiato Stellone che in 5 partite non ha inciso, con risultati deludenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X