Quantcast
facebook rss

Tari abbattuta del 75%:
accade a Castorano

LO SCONTO riguarda la parte variabile ed è rivolto alle attività rimaste chiuse a causa del Coronavirus. Agevolazioni anche per le aziende. Queste ad altre iniziative in aiuto della popolazione dopo il lockdown. Il sindaco Fanesi: «Una ripartenza all'insegna dell'attenzione verso commercianti, bambini e ambiente»
...

Graziano Fanesi e la sua squadra

Se la scadenza per il pagamento della Tari è stata posticipata al 31 luglio, 30 settembre e 30 novembre, l’amministrazione comunale di Castorano ha predisposto anche un suo abbattimento, sulla parte variabile, del 75% per tutte le attività rimaste chiuse a causa del Covid -19 e che hanno riaperto da poco con tutte le problematiche del caso.

Si è pensato il particolar modo ai bar, ristoranti, pizzerie, piscina e attività similari.

Inoltre è prevista anche una riduzione del 50% (sempre nella parte variabile della Tari) per le aziende rimaste chiuse per decreto.

L’amministrazione comunale di Castorano, da sempre attenta al decoro urbano e all’ambiente, grazie alla recente assunzione, a tempo determinato, di un nuovo vigile urbano, sta monitorando il territorio per evitare l’abbandono di rifiuti e ingombranti, oltre a verificare il rispetto delle regole per quanto riguarda gli assembramenti.

«Posso dire che sono state diverse le preiscrizioni per il Centro Estivo 2020», commenta il sindaco Graziano Fanesi, a seguito della chiusura delle domande, avvenuta il 3 giugno.

«Il servizio, che verrà attivato nel nostro comune grazie all’Unione dei Comuni della Vallata, ospiterà diversi bambini dai 3 ai 14 anni, divisi in fasce di età, in totale sicurezza e tutela per la salute.

Vogliamo ricominciare a progettare il prossimo futuro della vita sociale dei nostri cittadini più piccoli».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X