Quantcast
facebook rss

Unità nella sinistra,
“Ascolto & Partecipazione”:
«D’accordo con Frenquellucci,
ma il Pd condivide?»

ASCOLI - Si riapre il dibattito sulla possibile riunificazione di tutte le anime anti centrodestra anche in vista delle prossime scadenze elettorali. Nardini e Canzian: «Noi siamo disponibili. Ma c'è davvero interesse a costruire un'alternativa credibile e vincente per il governo della città?»
...

Chissà se ad Ascoli è solo una chimera o una ipotesi realistica la riunificazione, in vista anche delle prossime scadenze elettorali (vedi regionali di settembre), di tutte le anime della sinistra ascolana da molti anni vittima della sindrome di Tafazzi.

Antonio Nardini

Il gruppo consiliare di “Ascolto & Partecipazione”, che nelle ultime comunali ha candidato a sindaco il cardiologo Emidio Nardini, giudica favorevolmente  le dichiarazioni a “Cronache Picene” del candidato sindaco del Pd (oltre che di “Uniti per Ascoli”, “Territorio è sviluppo” e “Attivamente”), Pietro Frenquellucci, giornalista, figura della società civile, su un’azione comunale in aula. Ma nello stesso tempo pone delle domande a chiarimento ai dirigenti dei Democratici.

La verità è che se si vuole davvero costruire un blocco competitivo della sinistra bisogna prima di tutto avere uno spirito costruttivo abbandonando vecchie divisioni e ruggini. Intanto c’è un sasso nello stagno.

Pietro Frenquellucci (foto Andrea Vagnoni)

«Accogliamo con favore la disponibilità di Frenquellucci, espressa qualche giorno fa, – affermano in una dichiarazione congiunta  i consiglieri di “A & P” Emidio Nardini e Antonio Canzian – a trovare un terreno propositivo comune per l’azione politica in Consiglio comunale. Con lui c’era e c’è un confronto civile e positivo e ci sono tutte le condizioni perché ciò prosegua per poter costruire un riferimento alternativo credibile all’Amministrazione Fioravanti. Ovviamente l’ammissione di Frenquellucci di “non essere iscritto al Pd” non ci sorprende (perché lo sapevamo), ma temiamo che sia proprio questo il vero limite del processo che siamo disponibili a costruire».

«In altre parole: il Pd e il suo gruppo dirigente (segretario cittadino, capogruppo consiliare o chi altro) – continuano Nardini e Canzian – la pensano come il loro ex candidato sindaco o sono interessati ad altro? Condividono la disponibilità di Frenquellucci? Hanno interesse nel costruire un’alternativa credibile e vincente per il governo della città oppure no? Quest’ultimo è l’interrogativo che da anni aleggia sul centrosinistra di questa città e che solo il Pd, non altri, deve sciogliere. “Ascolto & Partecipazione” c’era un anno fa e continua ad esserci anche oggi».

Un anno all’Arengo, Pietro Frenquellucci (Pd) «Da Fioravanti solo promesse, subito patto con i commercianti e piano scuole»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X