facebook rss

L’ex bianconero Felicioli
positivo al tampone: il Venezia
minaccia di non giocare

SERIE B - Nuovi controlli prescritti al club veneto alla vigilia. Il ds Lupo: «Non ci recheremo a Trieste per affrontare il Pordenone»

Felicioli ai tempi dell’Ascoli

di Bruno Ferretti

La vigilia della 29esima giornata in Serie B è stata animata da una durissima polemica del Venezia nei confronti di Federcalcio e Lega B.

Attraverso il proprio direttore sportivo Lupo (ex Ascoli), il Venezia ha fatto sapere che probabilmente non si recherà a Trieste dove è in calendario la partita con il Pordenone. Se dovesse farlo davvero cosa succederà?

Gian Filippo Felicioli, ex bianconero dell’Ascoli e maceratese di Fiuminata, è infatti un calciatore del Venezia ed è risultato positivo al Covid-19 dopo l’ultimo controllo al tampone. Ora si trova in quarantena.

Il Venezia ha chiesto cosa fare e ha avuto risposta solo nelle ultime ore. Da qui l’ira del club: “Non ci hanno trattato da professionisti e non è giusto, non siamo disposti a sopportare un simile comportamento, non so se andremo a giocare questa partita a Trieste”.

Partita in programma sabato 20 giugno alle ore 20,30. Potrebbe essere un precedente molto pericoloso per il proseguimento del campionato.

Felicioli, proveniente dalla Primavera del Milan (con i rossoneri anche un gettone in A), giocò nell’Ascoli Picchio in B nel 2016-2017 collezionando 21 presenze. Prima del Venezia, ha indossato anche con le maglie del Verona in A e del Perugia in B.

Gian Filippo Felicioli positivo al Covid: «Una bella mazzata, ma sto bene»


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X