Quantcast
facebook rss

Comuni erogatori di acqua
incontrano i vertici della Ciip

L'EMERGENZA Coronavirus, sommata alle difficoltà legate al sisma, hanno messo a dura prova il tessuto sociale ed economico di tutto l’entroterra
...

«All’arrivo delle bollette pervenute ai cittadini di Montemonaco (due di seguito e in acconto, ndr) ho chiesto prima alla Ciip poi all’Aato di estendere l’esenzione del pagamento delle stesse per tutta la durata dell’emergenza Coronavirus».

Il sindaco di Montemonaco Francesca Grilli

Lo afferma Francesca Grilli, sindaco di Montemonaco, che aggiunge: «Sospensione che a seguito del sisma, in realtà era già stata chiesta fino al 2022 dai quattro Comuni erogatori di acqua (Montemonaco, Montegallo, Montefortino e Arquata, ndr) tramite mozione presentata durante l’assemblea dei sindaci del gennaio 2019».

«Ho cercato di ritornare sull’argomento – spiega la Grilli – e ho ottenuto un incontro con i vertici della Ciip e i sindaci degli altri tre Comuni, durante il quale sono state evidenziate le motivazioni e le perplessità per le quali non si è potuto estendere il beneficio, a tutti i cittadini dei quattro Comuni terremotati, ma solo ai possessori di Isee non superiore ai ventimila euro».

«Ho chiarito, e spero di non tornarci più, che nella seduta del Comitato ristretto dei sindaci, l’unica a cui io ho partecipato a settembre 2019, non si è né deliberato né votato, contro la mozione presentata in precedenza, in quanto, a differenza di ciò che viene raccontato da chi non si rassegna alla sconfitta, una delle finalità del Comitato ristretto dei sindaci è quella di redigere un parere non vincolante per i soci sulle proposte di deliberazione di assemblea dei sindaci. Il Comitato ristretto – insiste il sindaco di Montemonaco – in quell’occasione in cui io ero presente, accanto al sindaco di Arquata, ha preso atto di una situazione già in essere e nonostante la nostra contrarietà non si è potuto fare nulla se non ribadire l’impossibilità di censire i residenti effettivi».

«Questo incontro tenutosi nella sede della Ciip – conclude il sindaco di Montemonaco – è stata l’occasione per ribadire ancora una volta la necessità, fortemente sentita dagli amministratori dei comuni erogatori di acqua, di trovare una soluzione nell’immediato volta a garantire la sostenibilità finanziaria di aziende, attività private e cittadini danneggiati non solo dal terremoto del 2016 , ma anche dal Coronavirus».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X