facebook rss

Il primo decreto approvato
secondo l’Ordinanza 100
è di una pratica
dello studio Scaramucci

CASTEL DI LAMA - L'edificio oggetto dei lavori, finanziati per un importo pari a 557.000 euro, si trova a Castel di Lama, in località Piattoni. Il progetto era stato presentato il 12 giugno. I professionisti Cosma e Amadio hanno percorso la strada dell'autocertificazione. «In questo modo il tecnico si assume una notevole responsabilità, ma guadagna tempo nella realizzazione delle opere»

Gli ingegneri Cosma e Amadio Scaramucci

 

E’ stato lo studio Scaramucci di Castel di Lama a curare la pratica, la firma è dall’ingegner Cosma Scaramucci, che ha prodotto il primo decreto in base all’Ordinanza 100.

L’approvazione della concessione di contributo è stata pubblicata il 2 luglio ed è relativa al progetto di adeguamento sismico e miglioramento energetico di un edificio senza accolli per il beneficiario.

L’edificio oggetto dei lavori, finanziati per un importo pari a 557.000 euro, si trova a Castel di Lama, in località Piattoni.

Il progetto era stato presentato il 12 giugno.

L’intervento, da effettuarsi previa demolizione e ricostruzione così come previsto dal livello operativo “L4”, prevede una nuova modalità contenuta nell’Ordinanza 100.

«La particolarità – spiegano gli ingegneri Scaramucci – consiste nel fatto che l’Ufficio speciale ricostruzione Marche emette il decreto di contributo per la ricostruzione a seguito di totale autocertificazione da parte del tecnico, che in questo modo si assume una notevole responsabilità, ma guadagna tempo nella realizzazione delle opere.

Un ruolo determinante ai fini dell’applicazione di questa nuova modalità – commentano ancora i tecnici – è stato svolto dall’Ufficio ricostruzione di Ascoli, grazie all’impegno e alla competenza dell’architetto Carlo Casini e di tutto il suo staff.

Questi sono i primi segnali concreti di accelerazione e snellimento dell’iter burocratico per l’approvazione dei progetti riguardanti la ricostruzione post sisma 2016, un decisivo cambio di passo».

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X