facebook rss

La gioia di Dionigi:
«Abbiamo vinto
con cuore e dedizione»

SERIE B - Il mister rimane senza voce e viene sommerso dai suoi. La rimonta continua. «Il gruppo ha capito il momento e si è messo al servizio della causa. Ci mancano i punti di Venezia, non possiamo fare calcoli e guardare ad una partita per volta. Conto di recuperare qualcuno per lunedì sera»

Dionigi a fine gara

di Claudio Romanucci

Si è sgolato per tutta la gara tanto da perdere la voce ancor prima del fischio finale e rimediare un altro giallo. Poi ha tremato, come tutta l’Ascoli, nella palla sfuggita dalle mani di Leali al 94’. Mister Dionigi stavolta non vede spuntare i fantasmi. Ancora pochi secondi ed è sommerso dall’abbraccio dei suoi per un’altra pesantissima vittoria, la seconda di fila per i bianconeri che riemergono dalla fanga della bassa classifica. Adesso la salvezza diretta è lì, con un groppone di pretendenti che si può intercettare già lunedì sera. Perugia 41, Cremonese, Pescara e Venezia 40 sono nel mirino a 5 giornate dal termine di una tumultuosa stagione.

«Ho preparato la partita in questo modo, ci aspettavamo che la Salernitana giocasse con il trequartista dietro le punte, siamo stati bravi a prepararla in questo modo. Loro giocano un ottimo calcio, sapevamo anche che se l’avessimo attaccata alta avrebbe trovato le uscite per metterci in mezzo. Noi abbiamo deciso di farli giocare nella loro metà campo. Credo che se l’arbitro non avesse concesso il rigore la gara era già chiusa. Fino a quel momento non ci avevano impensierito e noi potevamo fare il quarto gol».

Poi la metamorfosi: «Hanno cambiato sistema di gioco, ci siamo dovuti abbassare per forza perché avevamo speso tantissimo non sono fisicamente ma anche sul piano nervoso. Siamo andati in difficoltà nonostante fossimo ancora compatti perché non riuscivamo ad assorbire bene le sovrapposizioni sulle corsie esterne. E’ venuto però fuori il cuore, la dedizione e la voglia di non mollare».

La testa subito all’Empoli: «Trotta ha fatto bene, in settimana gli ho detto che il suo momento stava arrivando. Il gruppo ha capito il momento e si è messo al servizio della causa. Ci mancano i punti di Venezia, non possiamo fare calcoli e guardare ad una partita per volta. Conto di recuperare qualcuno per lunedì sera».

Ascoli-Salernitana 3-2: altri tre passi verso la salvezza, Trotta (doppietta) e Ninkovic a segno, vittoria meritata con batticuore finale


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X