Quantcast
facebook rss

“Cuore Mediterraneo”,
il riciclo degli imballaggi in acciaio

SAN BENEDETTO - La quinta tappa della campagna itinerante nelle Marche, dove nel 2019 la raccolta è stata di 3,1 kg per abitante. In Riviera si è toccato quota 136 tonnellate. I numeri di PicenAmbiente
...

Imparare a differenziare in modo corretto gli imballaggi in acciaio è importante e non va dimenticato: anche in vacanza, bisogna gettare nel contenitore giusto barattoli e scatolette, tappi corona e capsule affinché possano essere avviati al riciclo.

“Cuore Mediterraneo” fa tappa a San Benedetto

Per sensibilizzare bagnanti e diportisti informandoli sulle qualità e i valori degli imballaggi in acciaio, un metallo che viene riciclato all’infinito senza perdere le proprie intrinseche qualità, Ricrea, il Consorzio Nazionale per il Riciclo e il Recupero degli Imballaggi in Acciaio, insieme a Goletta Verde di Legambiente, torna sulle coste italiane con la campagna itinerante “Cuore Mediterraneo”.

Quinta tappa della campagna, San Benedetto del Tronto.

«Barattoli e scatolette in acciaio sono vere e proprie casseforti della natura, ideali per custodire le eccellenze della dieta mediterranea come il pomodoro, l’olio d’oliva e i prodotti ittici – spiega Federico Fusari, direttore generale di Ricrea-. Grazie alla raccolta differenziata lo scorso anno nelle Marche sono stati raccolti 3,1 kg di imballaggi in acciaio per abitante, una risorsa preziosa perché l’acciaio è un metallo che si ricicla al 100% all’infinito per tornare a nuova vita sotto forma di nuovi prodotti».

«Anche quest’anno il tema della raccolta differenziata è al centro dell’attenzione di Goletta Verde – commenta Francesca Pulcini, presidente di Legambiente Marche -. Nelle Marche si sta lavorando moltissimo: siamo una regione eccellente dal punto di vista delle percentuali e molte amministrazioni stanno continuando a lavorare per migliorare ancora quantità e qualità della raccolta e affinché vengano preferiti materiali più sostenibili, come ad esempio l’acciaio».

«San Benedetto è la terza città d’Italia per accoglienza e punta molto sull’ambiente – spiega il sindaco Pasqualino Piunti – E quando si parla di ambiente, la raccolta differenziata è una condicio sine qua non. Qui abbiamo un’organizzazione molto efficiente e svolgiamo un’azione continua di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole perché a volte sono proprio i bambini che indirizzano i genitori».

«Gestiamo la raccolta in 28 comuni, per un totale di 320 tonnellate di metalli raccolte nell’anno 2019, di cui 136 tonnellate a San Benedetto – aggiunge Francesco Chincoli, presidente di PicenAmbiente -. Gli imballaggi in acciaio e alluminio, raccolti insieme alla plastica e al vetro, li portiamo nel nostro impianto di Spinetoli dove vengono separati e trattati per essere avviati al riciclo».

Grazie all’impegno dei Comuni e dei cittadini, nel 2019, in Italia, sono state riciclate 399.006 tonnellate di imballaggi in acciaio, pari al peso di circa 167 Atomium, il celebre monumento di Bruxelles.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X