facebook rss

Dopo i raid vandalici,
arrivano spazi fitness
e giochi per bambini

GROTTAMMARE - Spesa di 20.000 euro, arrivano nuovi arredi ludici nelle pinete cittadine. Parco 1° Maggio, pineta Ricciotti, pineta in via Leonardo Da Vinci e quella in via Copernico si rifanno il look con nuove attrazioni

Arrivano nuovi arredi ludici nelle pinete cittadine, che si arricchiranno anche di un altro spazio destinato agli sportivi. Il servizio manutenzioni del Comune ha confermato l’acquisto di giochi per bambini e attrezzature per l’attività fisica del valore complessivo di 20.000 euro, da posizionare in alcune aree verdi urbane oggetto di riqualificazione.

Ad integrazione della fornitura, inoltre, c’è la recente acquisizione da parte del Comune di un gioco proveniente da donazione privata.

Destinazioni dei nuovi arredi saranno il Parco 1° Maggio, la Pineta Ricciotti, la pineta in via Leonardo Da Vinci e quella in via Copernico, dove verrà allestita la nuova area fitness, posizionando una palestra esagonale in alluminio e una palestra Calisthenics.

La procedura di acquisto è avvenuta tramite trattativa diretta sul Mercato elettronico della pubblica amministrazione. A presentare l’offerta sul portale è stata la ditta veneta “Pozza 1865” che, con il ribasso offerto, si è aggiudicata l’affidamento della fornitura per l’importo contrattuale complessivo 20.309 euro. Oltre alle attrezzature sportive, la richiesta di acquisto comprende giochi a molla, scivolo, altalena biposto e giostrine girotondo, tavoli e sedute.

È, invece, dei primi di luglio la formalizzazione della donazione avanzata dalla ditta “Private” di una struttura gioco a forma di barca da mettere a disposizione dei più piccoli in un’area verde comunale. Nell’atto atto di accettazione, la giunta comunale ha disposto che ad accogliere la struttura sarà il Parco 1° Maggio.

Non più di due mesi fa, tutti gli arredi esistenti nell’area gioco del giardino che separa i quartieri Ischia e Ascolani furono danneggiati irreparabilmente nel corso di un raid vandalico notturno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X