Quantcast
facebook rss

Legalità a scuola, ok al progetto
di Andreozzi e Brancaccio

ASCOLI - Il Ministero dell'Istruzione e il Consiglio nazionale forense hanno approvato l'iniziativa messa a punto dagli avvocati piceni sul tema della "mediazione e negoziazione" rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo livello
...

C’è la firma di due avvocati del foro ascolano (Luigi Andreozzi di Amandola e Roberto Brancaccio di San Benedetto) dietro al progetto “Educazione alla legalità e alla cittadinanza” approvato di recente in un protocollo sottoscritto dal Consiglio nazionale forense Cnf) e dal Ministero dell’Istruzione. L’intesa ha una durata triennale e intende promuovere iniziative comuni volte a favorire e conseguire un miglioramento qualitativo dei percorsi educativi scolastici nell’ambito dei piani triennali predisposti dagli istituti scolastici, prevedendo lo svolgimento di moduli specifici sui temi della educazione alla cittadinanza e alla legalità con la necessaria collaborazione degli Ordini territoriali degli Avvocati.

L’interno del Tribunale di Ascoli (Foto Andrea Vagnoni)

Nello specifico, il progetto curato da Andreozzi e Brancaccio riguarda la “negoziazione e la mediazione” ed è intitolato “Studio o partita alla play station? La vita è un negoziato. Mediazione e negoziazione: tra emotività, razionalità e diritto”. Si rivolge agli studenti delle scuole secondarie di primo grado quale proposta didattica volta (anche) ad affiancare l’insegnamento trasversale dell’educazione civica prevista dalla legge 20 agosto 2019, n. 92.

Il numero dei partecipanti è limitato ad una classe, l’evento non è pensato come una lezione frontale o una relazione, ma come un workshop che implica interazione d’aula, con ruolo attivo dei presenti e svolgimento di simulazioni, role play e giochi vari (puzzle, gioco della fune ecc.) cui seguirà un debriefing in cui ognuno potrà confrontarsi direttamente con gli altri e con il docente.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X