facebook rss

Fondazione Carisap, si torna al voto
con un nuovo candidato

L'assemblea dei soci deve eleggere un solo componente, dei tre in scadenza, dopo che nel precedente round sono stati coperte solo due caselle. Mazzocchi si è ritirata. Rimangono in corsa sulla carta Ciancotti, Flammini e Monini tutti e tre uscenti. Gran fermento anche per questo appuntamento

La sede della ex Carisap che ospita la Fondazione

Per coprire il posto ancora vacante, all’interno dell’Organo di Indirizzo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, si candida anche il commercialista Giovanni Starnoni di Amandola.

Per domani 3 agosto è stata di nuovo convocata l’assemblea dei soci della Fondazione per eleggere un nuovo componente dopo che nella precedente assemblea, su tre posti da assegnare, ne sono stati coperti solo due non avendo nessun altro ottenuto il quorum necessario (leggi qui).

Questa volta la pratica dovrebbe essere chiusa.

Tra i candidati della precedente tornata si è ritirata la storica dell’arte Maria Gabriella Mazzocchi.

Rimangono in corsa sulla carta – ma ci potrebbe essere qualche altro ritiro all’ultimo momento – don Angelo Ciancotti, parroco della Cattedrale, Simona Flammini dirigente scolastico e Anna Monini architetto, tutti e tre componenti uscenti.

Tutte figure di alto profilo professionale e in grado di dare contributi importanti alla gestione della Fondazione.

Nella precedente assemblea sono stati eletti, suscitando un po’ di sorpresa, il dentista Nicola Capriotti e la manager Elisabetta Carassanesi.

Questi nuovi componenti potrebbero essere importanti in vista dell’elezione, nel febbraio 2022, del nuovo presidente della Fondazione successore di Angelo Davide Galeati che per statuto non può essere confermato.

Anche per l’assemblea di domani c’è stato un gran fermento.

La novità del questo nuovo round riguarda il commercialista di Amandola Giovanni Starnoni che in passato ha fatto parte dell’Organo di indirizzo ed ha presieduto anche il collegio dei revisori dei conti.

Evidentemente, visto il risultato della precedente assemblea, ci ha ripensato ed ha deciso di scendere in campo.

L’interrogativo è sempre quello: si stanno creando all’interno della Fondazione nuovi equilibri in vista del febbraio 2022?

Una volta coperto il posto vacante, la composizione dell’Organo di Indirizzo non dovrebbe più cambiare prima dell’elezione di nuovo presidente ruolo per il quale già è da tempo partita la corsa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X