facebook rss

A Porta Romana la Quintana non si ferma

ASCOLI - Nel giorno della Giostra annullata, il Sestiere rossoazzurro ha dato vita a una mini sfilata conclusasi con l'esibizione degli Over e la "Quintana Baby" nel ricordo di Gianfranco Lupini

Porta Romana ha vissuto la sua Quintana 2020. Lo ha fatto con un mini corteo di figuranti che, proprio nel giorno dell’edizione di agosto (domenica 2) annullata, ha coinvolto sestieranti, simpatizzanti e anche qualche turista.

Un evento simbolico, durato il tempo di una sfilata che ha percorso Corso di Sotto, via Tullio Lazzari e un tratto di Corso Mazzini, con rientro dei rossoazzurri nel Sestiere passando sotto la Porta Gemina, simbolo di Porta Romana.

La sfilata

Nell’anno dello stop, la Quintana continua a vivere, dal vivo e sul web, nei modi pù disparati. In attesa dell’Offerta dei Ceri di martedì 4 agosto – simbolica la consegna al vescovo D’Ercole da parte del Magnifico Messere-sindaco Fioravanti e del Consiglio degli Anziani – Porta Romana ha voluto dare un seguito anche a “Sestieri all’erta”, la prima manifestazione saltata nel calendario 2020, che doveva svolgersi a giugno.

L’esibizione degli Over

Era la manifestazione che rappresentava l’inizio della stagione quintanara, e a Piazza Arringo si ritrovavano vecchi e nuovi sestieranti per dare vita a esibizioni e giochi popolari.

A Porta Romana, dopo il mini corteo, nel cortile della sede di viale Treviri c’è stata una breve esibizione dei cosiddetti “Over” (sbandieratori e tamburini), a seguire il “lancio della bomba” (1° Stefano Volponi, 2° Piero Cicconi, 3° Gianni Sirocchi).

Quindi spazio alla seconda edizione della “Quintana Baby”, simpatica rivisitazione della Giostra, dedicata anche quest’anno alla memoria di Gianfranco Lupini.

Valerio Sirocchi vincitore della “Quintana Baby”

Protagonisti ventuno bambini e bambine che si sono sfidati nell’otto in miniatura realizzato nel giardino del Sestiere, correndo (a piedi) lancia in mano per colpire il Moro nei tre tradizionali assalti. Gara vera con punteggi al bersaglio e tempi cronometrati. Ha vinto Valerio Sirocchi, secondo Matteo De Santis, terzo Matteo Bartolomei.

Ma gli applausi sono stati per tutti da parte dei presenti: familiari, membri del Comitato di Sestiere con in testa il console Luigi Tulli e il caposestiere Luigi De Santis, il sindaco Marco Fioravanti, il Consiglio degli Anziani (il presidente Massimo Massetti, il vice Cristiano Fioravanti, il rettore Pier Luigi Torquati), il cavaliere Lorenzo Melosso (vincitore dell’ultima Quntana nell’agosto 2019) e il suo mentore Emanuele Capriotti, il parroco don Beniamino Ricciotti e rappresentanti di tutte le associazioni che operano nel quartiere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X