Quantcast
facebook rss

Il cero del Comune
mantiene la tradizione:
«Ci affidiamo al Patrono per la rinascita»

ASCOLI - La Festa di Sant'Emidio. Celebrazione strettamente ridotta in Duomo in rappresentanza della città e della Quintana che non si terrà causa emergenza Covid. Montegallo offre l'olio per la lampada votiva. Il programma religioso del 5 agosto
...

Il sindaco Fioravanti ed il vescovo D’Ercole dopo la celebrazione

Il cero del Comune donato in Duomo al santo Patrono, in rappresentanza della città e della Quintana.

Una manifestazione, quella di questo pomeriggio, resa ridotta ed essenziale per via delle disposizioni anti Covid.

Al termine dei vespri il sindaco Marco Fioravanti ed il presidente del consiglio degli Anziani Massimo Massetti hanno reso omaggio al patrono, consegnando al vescovo Giovanni D’Ercole il tradizionale omaggio.

Ciò è avvenuto in una cattedrale semi vuota e con pochi rappresentanti, con i gonfaloni delle istituzioni e la presenza del presidente della Provincia e sindaco di Montegallo Sergio Fabiani per l’offerta dell’olio della lampada votiva.

«Ci affidiamo al nostro patrono – ha detto il sindaco – con l’auspicio di avviarci ad una rinascita nel segno della solidarietà di cui la nostra città ha bisogno».

IL PROGRAMMA –  La festa del Patrono sarà,  per lo più religiosa, con la possibilità di recarsi al Duomo ininterrottamente dalle 7 del mattino alle 24 del 5 agosto.

Si aprirà alle 5,45 del mattino con la tradizionale benedizione del basilico in Piazza Arringo, la cui distribuzione proseguirà sul marciapiede a ridosso del palazzo vescovile.
Alle 6 si terrà la prima messa, terminata la quale inizierà il pellegrinaggio alla tomba di Sant’Emidio che si svolgerà in maniera continua dalle 7 alle 24.
Il pellegrinaggio sarà sospeso solo dalle 10,45 sino alla fine della messa delle ore 11 e dalle ore 17,45 fino alla conclusione della messa delle ore 18, uniche celebrazioni della giornata, dopo quella delle ore 6, che si terranno in Cattedrale e che saranno presiedute dal vescovo. Vista la capienza della Cattedrale, che conta solo duecento posti, sarà possibile partecipare anche alle messe che si terranno nella altre parrocchie cittadine, che osserveranno l’orario festivo. Le confessioni si terranno in alcuni gazebo che saranno allestiti in piazza Sant’Emidio (ex Largo Manzoni).

ORARI E LUOGHI DELLE MESSE DEL 5 AGOSTO

Ore 5,45 benedizione del basilico in Piazza Arringo (lato Episcopio) – Ore 6 messa; ore 11 messa pontificale presieduta dal vescovo – Ore 18 solenne messa pontificale presieduta dal vescovo, con la partecipazione di autorità civili e militari. Al termine benedizione papale. La messa delle 18 sarà trasmessa in streaming su youtube “Radio Ascoli Tv” e “Diocesi Ascoli Piceno” e su Tvrs (canale 11 digitale terrestre).
CHIESA SAN FRANCESCO – messe ore 7, ore 10, ore 12.
CHIESA SANT’AGOSTINO – messa per la “Famiglia degli Emidio” ore 8,30.
CHIESA SANTA MARIA DELLA CARITÀ (SCOPA) – messa ore 9.
CHIESA SAN CRISTOFORO – messa ore 9.
CHIESA SANT’EMIDIO ALLE GROTTE – messa ore 10.
MESSE NELLE PARROCCHIE – Cuore Immacolato di Maria ore 7,30 – 9 – 10,30 – 12; Sacro Cuore ore 8 – 11,30; San Bartolomeo ore 8,30 – 11; San Giacomo della Marca ore 8 – 11; San Giovanni Evangelista (Monticelli) ore 8,30 – 11: San Marcello ore 9 – 11; San Pietro Martire ore 8,30 – 10,30; Santa Maria Goretti ore 7,30 – 9,30 – 11,30; San Filippo e Giacomo ore 9,30 – 11,30; San Pietro e Paolo ore 10; San Simone e Giuda (Monticelli) ore 8 – 11; Santissimo Crocifisso ore 9 – 11; Santa Rita (Brecciarolo) ore 9,30; Maria Santissima Assunta (Venagrande) ore 9 – 11.

 

L’intervento del sindaco Fioravanti dopo l’offerta del cero

 

 

Un momento della celebrazione in Duono


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X