facebook rss

Mercato Ascoli, giorni decisivi
per il futuro di Ninkovic:
il Verona resta forte sul serbo

SERIE B - Mentre resta in stand by la situazione De Sanctis, in casa bianconera gli occhi sono puntati sul mercato in uscita. Gli scaligeri puntano sul fantastista serbo e attendono una risposta nei prossimi giorni. Da definire anche il futuro di Brosco e Cavion, con il secondo finito nel mirino di Brescia e Spal

Ninkovic contro il Verona durante la gara al “Bentegodi” dello scorso anno

di Salvatore Mastropietro

A quasi due settimane dalla conclusione del campionato procede con relativa calma la pianificazione dell’immediato futuro in casa Ascoli. La società bianconera sta aspettando l’evolversi della situazione relativa a Morgan De Sanctis, individuato come successore di Gianni Lovato nel ruolo di direttore generale.

Il ds Bifulco

Il cambio di proprietà avvenuto in casa Roma, infatti, ha rallentato una trattativa che sembrava ad un passo dalla finalizzazione. Anche sul piano tecnico sono giorni di attesa per il direttore sportivo Giuseppe Bifulco. Prima di procedere alla costruzione della rosa ed intavolare trattative vere e proprie, infatti, restano da sciogliere diversi nodi sul mercato in uscita.

La situazione guardata con maggiore interesse dall’ambiente ascolano è quella riguardante Nikola Ninkovic. Il fantasista serbo è finito fortemente nel mirino dell’Hellas Verona. I discorsi – stando anche a quanto filtra dalla stampa scaligera – sono molto ben avviati ed il calciatore godrebbe della stima del tecnico e connazionale Ivan Juric. I gialloblu hanno un discreto tesoretto da spendere sul mercato e, dunque, le distanze tra le parti sulle cifre potrebbero essere agevolmente colmate. Ninkovic ha al momento staccato la spina dopo un finale di stagione che lo ha visto protagonista, ma dovrà al più presto sciogliere le riserve sulle proprie intenzioni. Riprovare, a tre anni di distanza, a confrontarsi con la massima serie o restare in bianconero da leader? I prossimi giorni saranno decisivi.

Brosco

Da definire anche il futuro di due elementi chiave della rosa di mister Davide Dionigi come Riccardo Brosco e Michele Cavion.

Entrambi hanno il contratto in scadenza nel 2021 e dovranno comunicare al più presto se vorranno continuare o meno la propria avventura nel Picchio. In caso contrario le pretendenti non mancano di certo per due elementi di spessore ed esperienza nel panorama della cadetteria. In particolare, il secondo piace molto a Brescia e Spal.

Cavion

Le due squadre retrocesse dalla A puntano ad un campionato di vertice ed hanno individuato proprio nel numero 7 bianconero un profilo ideale per le rispettive rose.

Per Brosco, invece, ci sono stati solo timidi interessamenti, ma il ds Bifulco ha fatto capire che la società si attende offerte concrete e congrue al valore del giocatore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X