facebook rss

Ex Ascoli: Zanetti al Venezia,
Vivarini in bilico a Bari,
Castori torna a Salerno

SERIE B - A sette mesi dall'esonero sulla panchina bianconera, il tecnico 38enne è stato scelto dai lagunari al posto di Alessio Dionisi. L'ex Teramo piace all'Entella in caso di addio al Bari. Castori scelto da Lotito al posto dell'ex CT azzurro Ventura

Paolo Zanetti

di Salvatore Mastropietro

Mentre in casa Ascoli è tutto fatto per la permanenza di mister Davide Dionigi, che ha ottenuto il rinnovo automatico di un anno grazie alla salvezza raggiunta, si sta andando via via delineando il puzzle delle panchine delle squadre partecipanti al prossimo campionato di Serie B. Tra i nomi più presenti nei discorsi di mercato degli ultimi giorni ci sono alcuni ex allenatori del Picchio.

Davide Dionigi

ZANETTI – Il Venezia ha ufficializzato l’ingaggio di Paolo Zanetti. L’allenatore ex SudTirol torna in corsa, dunque, a distanza di sette mesi dal suo esonero sulla panchina ascolana in seguito alla sconfitta casalinga contro il Frosinone. Per l’ex centrocampista – passato per Ascoli anche nella stagione 2006-2007, l’ultima di A, come giocatore – c’era stata la possibilità di tornare sotto le Cento Torri dopo la breve esperienza post lockdown di Abascal. Il tutto poi sfumò a seguito del rifiuto del veneto, che aveva poi risolto il proprio contratto con la società di Corso Vittorio. Zanetti è stato scelto dal nuovo ds degli arancioneroverdi Mattia Colauto, che lo ha voluto fortemente al posto del 40enne Alessio Dionisi. Ha sottoscritto con il Venezia un contratto biennale fino al 2022 e verrà presentato lunedì 17 agosto.

Fabrizio Castori

CASTORI – Un altro ex Ascoli che ha trovato una nuova panchina è Fabrizio Castori. Il trainer marchigiano è stato ingaggiato dalla Salernitana di Claudio Lotito, dopo le dimissioni dell’ex CT della Nazionale Gian Piero Ventura. Per il tecnico di San Severino Marche si tratta di un ritorno sulla panchina granata, che aveva già occupato nella stagione 2008-2009. A convincere la dirigenza campana, tra le altre cose, è stato il grande lavoro svolto da Castori nell’ultima esperienza col Trapani, quando solo i punti di penalizzazione hanno evitato la concretizzazione di una miracolosa salvezza. Nel suo staff sarà anche presente il figlio Marco nelle vesti di match analyst. Con queste parole l’ex bianconero si è presentato ai tifosi salernitani: «Sono molto contento di aver raggiunto l’accordo con la società granata. Ringrazio i presidenti Lotito e Mezzaroma per avermi dato la grande opportunità di tornare in una piazza importante di cui conosco già la passione e l’incredibile».

Sia Zanetti che Castori torneranno dunque da ex al “Del Duca”. Per Zanetti si tratterà ovviamente della prima volta. Per Castori no, perchè c’è tornato alla guida di altre squadre. Ma non quest’anno visto che ha preso le redini del Trapani a campionato in corso dopo che i siciliani avevano gdisputato la gara ad Ascoli: prima di campionato, 3-1 per l’Ascoli, Francesco Baldini sulla panchina ospite.

Vincenzo Vivarini

VIVARINI – Anche Vincenzo Vivarini potrebbe tornare sulla panchina di una squadra del campionato cadetto. Sebbene abbia ancora un contratto in essere con il Bari, il tecnico abruzzese sta aspettando le decisioni della società pugliese che potrebbe optare per un profilo diverso. Se non dovesse essere confermato, Vivarini potrebbe finire nei radar dell’Entella insieme all’ex Juve Stabia Fabio Caserta e all’ex Teramo Bruno Tedino. Il club ligure, infatti, si separerà da Roberto Boscaglia, destinato al Palermo in Serie C.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X