Quantcast
facebook rss

Un Ferragosto tranquillo,
ma un arresto non manca mai

SAN BENEDETTO - Nei guai un 28enne del luogo, incensurato, fermato dai Carabinieri per un controllo mentre era a bordo dello scooter. Addosso marijuana e denaro contante, a casa altra "erba". E' stato posto a domiciliari
...

I Carabineri di Monteprandone con il materiale sequestrato al 28enne

Ottanta pattuglie, 170 militari, 350 veicoli controllati, 465 persone identificate (quelle all’interno dei mezzi che si sono fermati davanti alla paletta). Sono i numeri di Ferragosto dei Carabinieri del Comando provinciale di Ascoli che, insieme alle altre forze dell’ordine (Polizia, Guardia di Finanza e Polizia Municipale), hanno sorvegliato il territorio nelle ore clou dell’estate, uno dei giorni peggiori dell’anno per quanto riguarda viabilità, caos e tutto quello che ne consegue.

Il sospiro di sollievo dei Carabinieri è anche quello dei cittadini, visto che per fortuna non è accaduto nulla di eclatante sia nell’entroterra piceno che nelle località lungo la costa.

Ma sicccome non tutte le ciambelle non riescono col buco, ci voleva anche l’arresto di Ferragosto.

A finire in manette un incensurato di 28 anni di San Benedetto il quale, proprio nella notte di Ferragosto, è stato fermato per un controllo dai Carabinieri della Stazione di Monteprandone mentre viaggiava a bordo del suo scooter.

O meglio, i militari dell’Arma lo hanno controllato dopo che, alla loro vista, aveva proseguito la marcia.

Perché quel comportamento? E’ stato perquisito e addosso aveva 10 grammi di marijuana e 500 euro in banconote di vario taglio. Come sempre avviene in questi casi, i Carabnieri hanno proceduto alla perquisizone della sua abitazione dove sono saltati fuori altri 150 grammi di “erba”.

Tutto il materiale è stato sequestrato, compresi anche due telefoni cellulari.

E’ stato portato in caserma, arrestato e poi posto a domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Ascoli.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X