Quantcast
facebook rss

Si esibisce col coltello allo chalet,
arriva la Finanza e lo denuncia

SAN BENEDETTO - Fiamme Gialle in azione a Ferragosto anche per tenere sotto controllo la movida e manovre speculative sui prezzi dei dispositivi di protezione individuale anti Covid. Monitorati un centinaio di esercizi commerciali. Nella rete anche due consumatori abituali di droga, segnalati alla Prefettura
...

Lo stiletto sequestrato dai finanzieri

Stava dando dimostrazione ai presenti di quanto fosse abile nell’usare il coltello. Lo stava facendo in uno chalet, ma non era intento nè nel tagliare il pane, nè tantomeno nell’affettare un cocomero.

Il Ferragosto 2020 se lo ricordera per tutta la vita un giovane turista lombardo il quale, intorno alle 3 di notte, è stato sorpreso da una pattuglia di finanzeri del Gruppo di Ascoli, impegnati – come Polizia di Stato, Carabinieri e Polizia Municpale – nel controllo della movida ferragostana, ma anche nel contrasto di traffici ileciti.

Stavolta invece della droga è spuntata fuori la lama lunga dieci centimetri, affilatissima, di un coltello risultato uno “stiletto”, che il giovane brianzolo, appena maggiorenne, stava mostrando agli amici maneggiandolo con apparente estrema disinvoltura.

Lo spettacolino notturno è finito quando si sono materializzate le Fiamme Gialle che hanno sequestrato il coltello e identificato il ragazzo, denunciato poi a piede libero alla Procura della Repubblica di Ascoli per detenzione e porto abusivo di armi (articoli 697 e 699 del codice penale).

Per il resto, anche per la Guardia di Finanza è stato un Ferragosto tutto sommato tranquillo, archiviato solo con un arresto per droga di un 28enne sambenedettese incensurato, da parte dei Carabinieri.

La Finanza, essendo anche “la Polizia del mare” ha operato anche con l’ausilio delle unità cinofile della Compagnia di San Benedetto e delle proprie squadre navali che hanno pattugliato la costa giorno e notte.

Guardia di Finanza: la Polizia del mare

In campo una quarantina di uomini e donne che hanno controllato un centinaio di esercizi pubblici per verificare il rispetto delle prescrizioni anti Covid (assembramenti, distanziamento interpersonale, uso delle mascherine) ma anche per contrastare traffici di sostanze stupefacenti (due consumatori abituali sonon stati segnalati alla Prefettura e modiche quantità di hashish sequestrate) e, non ultimo, combattere contraffazione e abusivismo commerciale che d’estate sulla costa è un’autentca piaga.

Nella lente dei finanzieri, infine, anche l’individuazione di potenziali pratiche anticoncorrenziali degli accaparramenti e/o di manovre speculative sui prezzi da parte di chi approfitta dell’attuale aumento della richiesta di dispositivi di protezione individuale anti Covid.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X