Quantcast
facebook rss

Seggi elettorali alternativi,
Camela (Pd) avanza la sua proposta

CASTEL DI LAMA - Il consigliere comunale di minoranza raccoglie l’invito del suo partito e suggerisce una serie di location in grado di ospitare le imminenti votazioni. «Così si eviterebbero disagi ad alunni e docenti»
...

Sebbene le ultime indicazioni da parte del Miur e della ministra Azzolina propendano per la riapertura delle scuole, a poco più di due settimane dal ritorno sui banchi è obiettivamente difficile stabilire se e quando suonerà la prima campanella di questo nuovo anno scolastico. Per il momento, quel che è certo è che le Amministrazioni comunali devono iniziare a fare i conti con l’imminente tornata elettorale del 20 e 21 settembre, che impone una doverosa riflessione sulla possibilità di dirottare altrove le votazioni.

Vincenzo Camela

A questo proposito, già da qualche settimana a questa parte, a Castel di Lama la sezione locale del Pd preme affinché siano prese in considerazione delle sedi alternative che possano ospitare le urne elettorali (leggi qui).

Questa volta a parlare è Vincenzo Camela, ex candidato sindaco e consigliere comunale di minoranza, il quale, condividendo le istanze promosse dal proprio partito, suggerisce in prima persona delle location in grado di soddisfare da un lato le esigenze elettorali e dall’altro quelle sanitarie, di questi tempi ben più stringenti.

«La proposta del Partito Democratico lamense – dichiara Camela – in merito alla possibilità di far svolgere le prossime elezioni regionali e il referendum confermativo in sedi diverse dagli edifici scolastici mi trova perfettamente d’accordo, dato che le votazioni rischiano di far perdere ulteriori giorni di lezione ai nostri studenti».

«Con il consueto spirito di collaborazione – Camela passa poi alle proposte concrete: secondo il consigliere lamense, il seggio numero 1 potrebbe essere ospitato dal circolo “La contrada” di Villa Chiarini – i locali sono forniti di porte antipanico e di una rampa per l’accesso dei diversamente abili» precisa Camela.

Il seggio numero 2 potrebbe essere spostato nell’ex centro medico adiacente alla scuola media di Piattoni, mentre gli elettori del seggio numero 3 potrebbero esercitare il proprio diritto al voto nei locali attigui alla sede della Croce Rossa, nella frazione di Sambuco. Location suggestiva quella suggerita per i seggi 4 e 5, che si trasferirebbero nella sala consiliare del Municipio di via Carrafo, con il 6 e il 7 che potrebbero trovare asilo nell’ex sede della Pro Loco.

Questa l’idea del consigliere Camela, che si dichiara comunque aperto al confronto con la maggioranza e con gli addetti ai lavori.

«Ovviamente, la proposta è emendabile e perfezionabile, salvo intese con la responsabile dell’ufficio tecnico e la responsabile dell’ufficio elettorale.

Rimango comunque convinto della percorribilità dello schema in questione, che eviterebbe la sospensione delle lezioni ed ulteriori disagi ad alunni e docenti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X