facebook rss

Ascoli, nel mirino Saric del Carpi
E il difensore Valentini
dice no alla Samb

SERIE B - Si è aperta ufficialmente oggi la sessione di calciomercato. Il club bianconero è forte sul centrocampista del Carpi: nella trattativa anche Beretta e Costa Pinto. Ai saluti i quattro in scadenza di contratto: Troiano, Piccinocchi, Andreoni e Valentini. Quest'ultimo avrebbe declinato un'allettante offerta dei rossoblù

di Salvatore Mastropietro

E’ cominciata ufficialmente oggi, 1 settembre, la sessione di calciomercato. Le squadre hanno poco più di un mese per completare le rispettive rose, dato che il termine è fissato per il 5 ottobre. La Figc ha intanto confermato la data d’inizio del campionato di Serie B: il 26 settembre, come già ipotizzato nelle scorse settimane.

Dario Saric

In casa Ascoli la squadra ha iniziato a lavorare agli ordini del nuovo allenatore Bertotto. I bianconeri seguiranno un intenso programma di doppie sedute in cui si alterneranno lavori prettamente atletici ed esercitazioni tattiche.

Già domenica 6 settembre (ore 18) è in programma il primo test amichevole della nuova stagione contro la Vis Pesaro presso lo Stadio Comunale “Tonino Benelli” di Pesaro. Il secondo, giovedì 10 settembre, vedrà invece l’Ascoli sul campo dell’Alma Juventus Fano, squadra con cui l’ex presidente Tosti strinse un accordo di collaborazione pluriennale, che dovrebbe quindi proseguire.

Salvatore Elia

MERCATO – Mentre la squadra entra pian piano nel vivo degli allenamenti, il direttore sportivo Giuseppe Bifulco ed il direttore generale Piero Ducci sono al lavoro per quanto riguarda le trattative di calciomercato. Nei giorni scorsi erano emersi prevalentemente degli interessamenti per elementi come l’attaccante esterno dell’Atalanta Salvatore Elia ed il difensore classe 2000 Gabriele Bellodi.

In mattinata, però, c’è stata un’accelerata in una trattativa che si appresta a diventare maggiormente concreta nelle prossime ore. Si tratta di quella per Dario Saric, centrocampista classe 1997 di proprietà del Carpi. Il calciatore, nato in Italia ma di nazionalità bosniaca, è stato uno degli elementi più positivi nella scorsa stagione degli emiliani in Serie C. Ha collezionato 27 presenze complessive tra campionato e playoff, condite da 4 reti e 2 assist. Nel corso della sua giovane carriera ha ricoperto prevalentemente la posizione di mezz’ala di centrocampo, ma può all’occorrenza agire anche da trequartista.

L’Ascoli lo ha individuato come il giusto profilo per rinforzare il proprio centrocampo, che nella prossima stagione sarà orfano di Brlek – tornato al Genoa dopo il mancato esercizio del diritto di riscatto da 1,5 milioni – e Troiano, svincolatosi dopo la fine del contratto. Nella trattativa che porta a Saric potrebbero rientrare anche due pedine come Giacomo Beretta e Diogo Costa Pinto (in prestito).

Valentini durante l’ultimo Pisa-Ascoli (foto Ascoli Calcio)

BIANCONERI AI SALUTI – Assieme a Michele Troiano, è terminata nella giornata di ieri per scadenza di contratto anche l’avventura in bianconero di Cristian Andreoni, Mario Piccinocchi e Nahuel Valentini. Di questi ultimi tre, il primo è in procinto di accasarsi al Bari in Serie C, mentre il secondo rappresenta un’incognita visto i diversi problemi fisici accusati nell’ultimo campionato. Per quanto riguarda l’argentino, invece, è emerso un interessamento da parte della Sambenedettese. La nuova proprietà presieduta da Domenico Serafino avrebbe contattato il centrale ex Livorno e Spezia per offrigli un contratto pluriennale, pare addirittura un triennale. Al momento sarebbe arrivata, però, una risposta negativa da parte di Valentini il quale vuole potersi ancora giocare le proprie carte in B. Ma potrebbe aver giocato un ruolo anche l’attaccamento che il difensore ha mostrato di avere nei confronti della città e della piazza ascolana.

In molti si aspettavano una conferma di Valentini, che si è sempre fatto trovare pronto e non ha mai creato problemi agli allenatori che ha avuto nel Picchio quando è stato relegato in panchina. Nell’ultima salvezza c’è stato anche il suo importante apporto. Con le partenze, per fine prestito, di Ranieri (Fiorentina), Ferigra (Torino) e Sernicola (Sassuolo), un difensore – perdipiù esperto come l’argentino – poteva tranquillamente rimanere un altro anno in riva al Tronto. Le stranezze del calcio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X