facebook rss

E’ morto Philippe Daverio,
amico del Piceno
«Avvicinava all’arte i non addetti»

LUTTO – Critico d’arte, divulgatore e personaggio della tv, si è spento a 71 anni. La sua ultima uscita pubblica a Pesaro il 5 luglio. Il ricordo di Lucrezia Ercoli: «Il pubblico di Popsophia lo amava»
Philippe Daverio intervistato da Cronache Maceratesi due anni fa

Poco più di un anno fa era a Civitanova dove era diventato ormai un habitué, come un po’ in tutte le Marche. Anche ad Ascoli  e nel Piceno veniva spesso, sia presentazioni di libri che per iniziative legate sempre all’arte. Il 5 luglio a Pesaro aveva tenuto la sua ultima apparizione pubblica. Philippe Daverio, storico dell’arte, personaggio eclettico dall’inconfondibile papillon colorato, è morto nella notte all’istituto dei Tumori di Milano.

Popsophia-7-Philippe-Daverio-325x217

Philippe Daverio a Popsophia nel luglio dello scorso anno

Lo ha reso noto la regista e direttrice del Franco Parenti Andree Ruth Shammah. Docente e saggista, ex assessore alla Cultura del Comune di Milano, aveva 71 anni.

Il suo modo unico di raccontare l’arte, la cultura, l’Italia  e il mondo aveva conquistato i maceratesi che lo accoglievano sempre con calore. Critico d’arte superlativo e grande divulgatore, volto noto della tv italiana, è stato da sempre uno dei principali protagonisti e amici di Popsophia, il festival del contemporaneo. Ne era ospite immancabile in ogni edizione. Proprio a Realismo Visionario, il 5 luglio a Pesaro, aveva tenuto la sua ultima apparizione pubblica.

popsophia-venerdì-19-sera-daverio-civitanova-FDM-14-325x217

Daverio con Lucrezia Ercoli a Civitanova

«Siamo stati onorati di averlo avuto ospite in questo primo festival dopo il Covid – ha ricordato la direttrice artistica Lucrezia Ercoli – Philippe Daverio ci teneva particolarmente ad essere presente a Pesaro. È stato un punto di riferimento nel mondo della cultura e della divulgazione. Il pubblico di Popsophia lo amava tantissimo e Daverio ci ha accompagnati in tutti questi anni regalandoci momenti significativi, e inaugurando diverse edizioni del festival. La sua capacità, unica, era infatti quella di avvicinare all’arte anche i non addetti ai lavori. Incantandoli. Grazie Philippe…».

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X