facebook rss

Qualità dell’acqua e crisi idrica,
cittadini in pressing su Borrelli
Guasto elettrico:
mezza provincia a secco

ASCOLI - A causa di un problema dell'Enel sulla linea di adduzione di Capodacqua ci sarà un’interruzione del flusso idrico fino a domani mattina: Appignano, Castignano, Offida, Ripatransone, Acquaviva, Spinetoli, Monteprandone e la parte alta di San Benedetto del Tronto.

Una delegazione di cittadini ha atteso questa mattina l’arrivo alla Ciip del capo della Protezione Civile nazionale Angelo Borrelli (leggi l’articolo) per esprime alcuni dubbi circa la qualità dell’acqua che viene erogata, in particolar modo dai pozzi di Castel di Trosino, in questa fase di emergenza idrica visto che quella del Pescara viene “deviata” verso la costa e il fermano.

Borrelli e i vertici della Ciip presenti hanno comunque rassicurato circa la potabilità della risorsa idrica evidenziando anche i tempi necessari per spillare acqua dalle nuove sorgenti a cause delle autorizzazioni di tutti gli enti sanitari coinvolti.

Poco dopo la fine del convegno, tuttavia, è arrivata un’altra doccia fredda sul fronte dell’erogazione della risorsa idrica.

«A causa di un guasto Enel sulla linea di adduzione di Capodacqua -ha informato la Ciip intorno alle 13 di oggi 4 settembre- a breve i seguenti comuni subiranno un’interruzione del flusso idrico fino a domani mattina: Appignano, Castignano, Offida, Ripatransone, Acquaviva, Spinetoli, Monteprandone e la parte alta di San Benedetto del Tronto.
Avviseremo se ci saranno aggiornamenti in base allo stato delle riparazioni che stanno già effettuando. Ci scusiamo in anticipo per i piccoli disservizi che ci saranno nella giornata odierna e vi invitiamo a segnalare eventuali poblematiche al Servizio Clienti 800216172».
rp

Il commissario Borrelli porta in dote i fondi per l’ acquedotto del Pescara (Foto e video)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X