facebook rss

Ascoli, Pulcinelli:
«Due punti persi»
«Cavion? Sono dispiaciuto»
Poi la replica del giocatore

SERIE B - Anche il patron ha voluto commentare la prestazione dei bianconeri sul campo del Brescia: «C'è stata una buona prestazione nonostante il poco tempo per amalgamarsi con i nuovi innesti. L'intervista di Cavion si commenta da sola». Il centrocampista risponde e scrive: «Sono stato frainteso»

Massimo e Roberta Pulcinelli

L’1-1 di oggi sul campo del Brescia alla prima giornata di campionato lascia sicuramente soddisfatto tutto l’ambiente in casa Ascoli. Lo ha detto Bertotto, che ha tuttavia sottolineato come la squadra sia ancora “work in progress”.

E lo ha detto anche il patron Massimo Pulcinelli, che nel post partita è tornato a farsi sentire. Oltre a complimentarsi con i suoi, il numero uno della società bianconera ha commentato anche le parole rilasciate a fine primo tempo da Michele Cavion, che – nonostante il gol messo a segno – fanno piuttosto scalpore.

Sulla prestazione: «Faccio i complimenti alla squadra, al mister e a tutto lo staff, è stata una buona prestazione, considerando che c’è stato poco tempo per amalgamarsi con i nuovi innesti, arrivati negli ultimi giorni. C’è un pizzico di rammarico per i due punti persi perché ho ancora impresse le tre occasioni nitide che abbiamo avuto davanti al portiere avversario; giocare 40’ con un uomo in più è stata un’opportunità che potevamo sfruttare meglio, ma devo comunque dire che ce l’abbiamo messa tutta. Bene così, buona la prima, ora sotto con la partita di Coppa Italia».

Sulle dichiarazioni rilasciate a “Dazn” da Cavion all’intervallo del match, il patron ha aggiunto: «Non voglio dire niente sull’intervista perché si commenta da sola; sono rammaricato e dispiaciuto, questo non è il Michele Cavion professionista serio che io conosco. Non credo che questa squadra e questa Società storica meritino dichiarazioni di questo tipo».

Successivamente, Michele Cavion ha voluto replicare attraverso una storia diffusa sul proprio profilo Instagram. «Spero – ha scritto il centrocampista – che le mie parole non siano state fraintese: sono fiero e orgoglioso di vestire la maglia dell’Ascoli, l’ho dimostrato e lo dimostrerò fino all’ultimo giorno che la indosserò. Intendevo dire che la stima di un club come il Brescia mi faceva piacere perché vuol dire che sto lavorando bene. Chi mi conosce sa che persona e che professionista sono».

s.m.

Il messaggio di Cavion


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X