facebook rss

Al Tofare arriva il padel, Fratini:
«Campo pronto a novembre»

ASCOLI – Al centro sportivo sono in corso i lavori per realizzare due strutture, una coperta e uno scoperta che arriverà nella prossima primavera. I soci del Circolo: «Poi si penserà anche al beach volley»

Lavori in corso al centro sportivo di Porta Maggiore

di Andrea Pietrzela

 

La nostra rubrica del lunedì “Luci sulla città”, dopo la pausa causa elezioni, torna operativa per raccontarvi che Ascoli Piceno si sta preparando ad abbracciare definitivamente il padel.

Lo sport nato in Argentina (da qui il corretto “padel” e non “paddle” o simili) figliastro del tennis, finora praticato in città soltanto al “Circolo Tennis Piceno”, presto sbarcherà anche al “Centro Sportivo Piceno Quartiere Tofare” con due nuovi campi che attualmente sono in fase di costruzione.

LE REGOLE – Per chi non conoscesse la disciplina, il terreno da gioco è circondato da vetri e griglie con cui si può interagire: il padel è un tennis in cui non esiste il “fuori campo” e in cui la pallina può essere respinta anche dopo un rimbalzo sul muro di fondocampo, anche se non è possibile giocare direttamente sulle sponde.

Giuseppe Fratini, uno dei soci che gestisce il circolo, nella zona in cui sorgerà il primo campo da panel

I CAMPI – «La gittata di cemento è stata di 23 metri per 12 – ci ha spiegato Giuseppe Fratini, uno dei soci del Circolo Tofare – mentre il campo da gioco sarà lungo 20 metri e largo 10. Sarà pronto e utilizzabile la prima settimana di novembre, poi nel mese di marzo arriverà anche un secondo campo scoperto».

I campi saranno innalzati dietro le antiche mura, zona che non molto tempo fa versava in uno stato di abbandono. «Era uno spazio indegno e inutilizzato, pieno di immondizia prima che arrivassimo noi– ci racconta Giuseppe mentre ci addentriamo all’interno del Circolo –  abbiamo anche restaurato le antiche mura, dato che l’ultimo intervento risaliva al dopoguerra».

La situazione prima dell’inizio dei lavori

NON SOLO PADEL – L’investimento complessivo dei soci (circa 100.000€) non è stato dunque indifferente, anche perché l’intervento non si limita a due campi da padel. «In fondo, dopo i due campi da padel, sorgerà anche un campo da beach volley».

Dopo il calciotto, tre campi da calcetto ed il corso di zumba, ecco dunque anche il padel e il beach volley per alzare ancora di più il livello di un circolo sportivo già riferimento dell’interno quartiere e non solo. Appuntamento dunque fissato per novembre, quando sarà inaugurato il primo dei nuovi campi da padel.

 

Prima…

…e dopo, in attesa del padel


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X