facebook rss

Ascoli: per mister Bertotto
ecco tre squadre
e l’enigma Ninkovic

SERIE B - Nonostante cessioni e rescissioni, il gruppo a disposizione dell’allenatore è formato da ben 34 giocatori, compreso il serbo che sta per tornare

 

di Andrea Ferretti

Si è chiusa la sessione estiva del calciomercato. Una sessione molto particolare che si è protratta fino al 5 ottobre dopo che, tra la fine della passata e l’inizio dell’attuale stagione, era trascorso appena un mese. L’Ascoli aveva affrontato la costruzione della nuova squadra – un po’ in ritardo per la verità – con un gruppo, messo a disposizione dell’allenatore Bertotto, nuovo anche lui, che prima del rush finale aveva raggiunto la cifra record di 41 elementi. Poi ci sono stati arrivi e partenze, anche sotto forma di rescissioni come nel caso di Padoin, Beretta e Chajia, che hanno assottigliato la “rosa” bianconera.

Ma non più di tanto visto che al momento risulta composta da 34 giocatori. Ovvero tre squadre complete, più uno.

Niente Pescara: Brosco resta

Brosco e Cavion non hanno imboccato le strade che conducono a Pescara e Brescia. Essendo entrambi sotto contratto, le cifre richieste da Pulcinelli, che ha voluto tenerli pur sapendo che a giugno li perderà a parametro zero, sono state ritenute eccessive. Resta anche Ninkovic, almeno sulla carta considerando che ancora non si è visto. Il serbo voleva la Serie A, sembrava che nelle ultime ore di frenetiche trattative stesse per finire al Crotone, poi non se n’è fatto nulla ed ora anche lui fa parte del gruppone sul quale Bertotto deve lavorare per costruire una squadra in grado di salvarsi senza aspettare l’ultima giornata.

Niente Brescia: Cavion resta

Ora la sosta della Serie B non giunge propizia, ma molto d più. Saranno giorni preziosi che permetteranno ai giocatori di conoscersi meglio e al tecnico di poter lavorare su un undici che non sia quello visto in casa con Perugia in Coppa e Lecce in campionato: due sconfitte e sei gol subìti in tre giorni.

Il colpaccio dell’ultim’ora è Kragl che ha fatto benissimo due stagioni fa a Foggia, bene lo scorso anno a Benevento (promosso n A) e che arriva ad Ascoli per occupare un ruolo che deve ancora essergli confezionato. Il tedesco rende al massimo se impiegato a destra, dove può sfruttare il rientro e le cannonate che affida al suo sinistro. Ma trovargli un posto non è certo difficile vista la sua duttilità. Poi ci sarà da fare i conti con Ninkovic.

Ninkovic

Il serbo, che a fine stagione si libera a parametro zero, è in grado di fare la differenza, come ha dimostrato quando ha dato più spazio all’estro che ad alcuni comportamenti decisamente sopra le righe cui purtroppo ci aveva abituato. Potrebbe essere impiegato nel tridente dove ci sono già l’imbizzarrito Chiricò, gli ancora acerbi Cangiano e Mallè, Pierini appena appena arrivato dal Sassuolo che punta centrale però non è, e due centravanti come Bajic e Vellios i cui curriculum non brillano in fatto di gol segnati.

Le alternative, però, Bertotto ce l’ha eccome. Ci mancherebbe pure con 34 giocatori e una squadra intera che ogni volta resta a casa a guardare in tv la partita dei compagni.

Kragl

Abbiamo allora provato ad abbozzare i tre Ascoli dove, ad esempio, Gerbo è “relegato” nella formazione B pur trattandosi di un giocatore che, spesso titolare, ha contribuito alla promozione in A del Crotone. Nelle tre formazioni Ninkovic al momento lo abbiamo considerato in esubero, ovvero la 34esima tessera del puzzle bianconero, anche se dopo un mese (non retribuito) di vacanza in più è ormai sulla via del ritorno.

Melius est abundare quam deficere. Vedremo.

Pierini

ASCOLI 1 (4-3-3): Leali; Pucino, Brosco, Avlonitis, Kragl; Cavion, Buchel, Saric; Chiricò, Bajic, Pierini.

ASCOLI 2 (4-3-3): Sarr; Ghazoini, Spendlhofer, Corbo, Sarzi Puttini; Donis, Eramo, Sabiri; Mallè, Tupta, Cangiano.

ASCOLI 3 (4-3-3): Ndiaye; Tofanari, De Alcantara, Quaranta, Sini; Gerbo, Scorza, Lico; Tassi, Vellios, Matos.

Ascoli: colpo Kragl dal Benevento, Ninkovic torna e resta Tutte le operazioni del calciomercato bianconero

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X