facebook rss

Miasmi a Villa Sant’Antonio,
“Ascolto & Partecipazione”
interroga il sindaco Fioravanti

ASCOLI - Dopo che i residenti hanno annunciato nuove battaglie,  i consiglieri comunali Emidio Nardini e Antonio Canzian pongono alcune domande e chiedono anche se sull'argomento c'è mai stato un confronto con il primo cittadino di Castel di Lama

Miasmi a Castel di Lama che poi, di fatto, significa anche a Villa Sant’Antonio, cioè una frazione del Comune di Ascoli.

Su questo spigoloso argomento che da molto tempo tiene banco nel centro quasi alle porte di Ascoli e recentemente al centro di una sentenza del Tribunale di Ascoli, i consiglieri comunali di opposizione di “Ascolto & Partecipazone”, Emidio Nardini e Antonio Canzian, hanno presentato una interrogazione al presidente del Consiglio comunale, Alessandro Bono, nella quale chiedono risposta scritta al sindaco Marco Fioravanti. Eccola.

Canzian e Nardini di A&P

“Premesso che da anni gli abitanti del Comune di Castel di Lama e della frazione Villa Sant’Antonio del Comune di Ascoli lamentano la presenza di miasmi nauseabondi che i residenti attribuiscono al depuratore consortile di Campolungo; che l’Arpam regionale sembra comunque aver effettivamente rilevato nel corso di ripetute ispezioni la presenza di cattivi odori; che, a prescindere dall’origine, i miasmi maleodoranti continuano a verificarsi costituendo oggettivamente un danno rilevante per i residenti, le attività commerciali e in generale per la qualità della vita; che, in tale contesto, il ruolo e la presenza del sindaco al fianco dei cittadini sarebbe comunque un fatto importante e, crediamo, dovuto. Si interroga il sindaco per conoscere: 1) se ha mai avuto una interlocuzione con il sindaco di Castel di Lama per affrontare tale problematica; 2) se, indipendentemente dalla recente sentenza del Tribunale di Ascoli al quale i cittadini si sono rivolti, intende assumere qualche iniziativa possibilmente concordata con il sindaco di Castel di Lama per verificare la possibilità di risolvere questa problematica che si trascina ormai da anni”.

Sentenza depuratore, la Procura potrebbe ricorrere in Appello

Miasmi, il comitato “Aria pulita”: «Presenteremo una nuova denuncia»

Miasmi del depuratore, la sentenza: Piceno Consind e Picena Depur pagano 100 euro


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X