facebook rss

Atletico Ascoli,
ribaltone in panchina:
Aloisi al posto di Filippini

CALCIO DILETTANTI - La sconfitta di Colli è costata la panchina al tecnico ex Porto d'Ascoli, tra gli artefici della vittoria del campionato di Promozione nella passata stagione. Al suo posto arriva l'ex bandiera dell'Ascoli Calcio, che ha già guidato il Ciabbino nella stagione 2017-2018

Stefano Filippini con il presidente Giordani

di Salvatore Mastropietro

L’amara sconfitta a dir poco rocambolesca nel derby sul campo dell’Atletico Azzurra Colli è stata mal digerita in casa Atletico Ascoli. Dopo il solo punto raccolto nelle prime tre partite del campionato di Eccellenza, la società ascolana – che ha raccolto l’eredità del Ciabbino nel 2018 – ha deciso di dare una scossa a tutto l’ambiente. Nella serata di ieri è stato esonerato il tecnico Stefano Filippini. L’Atletico Ascoli ha ringraziato l’allenatore ex Porto d’Ascoli per le ultime stagioni trascorse insieme, culminate con l’impressionante cavalcata nella vittoria dello scorso girone B di Promozione. Tuttavia, si è deciso di interrompere comunque il rapporto a seguito degli strascichi lasciati dalle ultime prestazioni. I piceni hanno condotto un mercato di alto livello e puntano a recitare un ruolo da professionisti nel difficile massimo campionato regionale.

Al suo posto arriva sulla panchina dell’Atletico Ascoli il coach Antonio Aloisi. Per lui si tratta di un ritorno all’interno della società guidata dai presidenti Diamanti e Giordani. Ha, infatti, guidato il Ciabbino nella stagione 2016-2017, centrando nell’occasione l’obiettivo della promozione in Eccellenza. Il tecnico piceno torna in corsa ad un anno di distanza dalla non positiva esperienza vissuta all’Atletico Azzurra Colli.

Antonio Aloisi ai tempi dell’Atletico Azzurra Colli

Ascolano doc classe 1968, Aloisi, nella sua carriera da calciatore professionista, ha indossato le casacche di Ascoli, Torino e Cagliari in A, Cesena e Reggina in B, di nuovo Ascoli in C1, Acireale, Cavese e Gubbio in C2 e a concludere in D con la Santegidiese. Nella storia bianconera è ricordato sempre con grande piacere, essendo stato anche uno dei giocatori a vestire la maglia del Picchio nelle tre categorie professionistiche.

Con la maglia del Picchio, di cui è stato una bandiera, ha collezionato 195 presenze in campionato segnando anche 6 gol: 89 partite in A (2 gol), 35 in B, 71 in C (4 gol). A questi numeri vanno aggiunti 21 gettoni e 3 reti in Coppa Italia.

La propria carriera da allenatore è iniziata con la Santegidiese ed è proseguita poi come tecnico delle giovanili di Reggina, Ascoli ed Avellino. Nel 2014 ha anche guidato la prima squadra del Savona nel campionato di Serie C. Come detto, nella stagione 2016-2017 è la volta del Ciabbino, formazione con la quale ha ottenuto la promozione in Eccellenza, categoria dalla quale ora è chiamato a ripartire. Negli ultimi anni è stato anche responsabile tecnico della Piceno Football Team, compagine che organizza scuole calcio e centri estivi per i giovani del territorio.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X