facebook rss

Ex docente di Unicam
muore dopo la caduta dal balcone

CAMERINO - Piero Angeli si è spento a 72 anni, il 4 ottobre era precipitato dalla sua abitazione. Era anche poeta ed è stato autore di diversi libri
Print Friendly, PDF & Email

piero-angeli

di Monia Orazi

Morto l’ex docente di Unicam Piero Angeli, il 4 ottobre è precipitato dal balcone della sua abitazione di Camerino, aveva 72 anni.

Oltre all’insegnamento si è dedicato alla poesia ed è autore di diversi libri. Il dramma si è consumato alle 8 del mattino del 4 ottobre quando l’uomo è precipitato per quattro metri dal balcone dell’abitazione in località San Paolo dove viveva con il fratello.

L’ex docente aveva riportato vari traumi ed era stato subito trasportato in eliambulanza a Torrette di Ancona. Sulle prime le sue condizioni non erano sembrate disperate, ma con il passare dei giorni il suo stato di salute si è aggravato, sino a quando questa mattina il suo cuore ha cessato di battere.

Era stato uno stimato docente di chimica nell’ateneo camerte, tuttora era impegnato nelle attività del Curc, il circolo universitario ricreativo camerte Marga Maiolatesi, di cui era componente del direttivo. Aveva dedicato tante parole alla sua Fiuminata, come quelle di questa poesia: «Nell’aria del mio paese respiro la sua storia, percorro strade e vicoli in salita e incontro ombre che mi sono note. Passeggio con mio fratello tra nitidi ricordi di un’infanzia comune, con parole serene e gravide d’affetto senza uno scudo, nudo contro il tempo. Non temo il rimpianto, né la struggente malinconia, non soffro per ciò che ho perso: respiro l’aria del mio paese».

L’esordio artistico avvenne a Fiuminata nel 1998 con lo spettacolo “Il cielo parla”, negli anni dai suoi scritti sono stati tratti diversi spettacoli. Nel 2001 insieme ad altri intellettuali di Camerino aveva realizzato un cd interattivo sulla Camerino dei primi decenni del Novecento. Aveva scritto diversi libri, tra questi “Viaggio nella Fiuminata che non c’è più”, “Pensieri e stati d’animo”, “Il colore della nebbia”, “L’antica Città e il terremoto”, “Stella dispersa”.

Aveva preso parte a numerosi eventi legati al mondo della poesia, mostre e concorsi. L’ultima partecipazione era stata la mostra per la riapertura di San Venanzio a Camerino “Gente di un’antica città”, in cui aveva celebrato in versi le foto di Paolo Verdarelli. In anni recenti aveva tenuto laboratori didattici di scrittura creativa per i ragazzi delle scuole di Matelica ed Esanatoglia.

Così lo ricorda una concittadina di Fiuminata: «In tanti perdiamo un amico, il paese perde un personaggio di grande cultura e sensibilità». Ne ricorda l’amore per la cultura, Alda: «Addio Piero, ti ricorderò per la tua simpatia, il tuo acume, la tua intelligenza. I tuoi libri continueranno a parlare di te».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X