facebook rss

Il Comune vende
beni per 15 milioni:
c’è anche la sede dell’Ascoli Calcio

ASCOLI - Via libera al piano delle alienazioni per il periodo 2021-2023. Per le due ville degli Sgariglia si attende un interessamento del Demanio. Da cedere anche il mattatoio di Castagneti
Print Friendly, PDF & Email

di Renato Pierantozzi

Via libera dalla giunta comunale al piano 2021-2023 di alienazione e valorizzazione dei beni non ritenuti strumentali all’attività dell’Ente.

Villa Sgariglia di Campolungo

Per il prossimo anno, l’Arengo ha messo in vendita 31 proprietà per un valore complessivo di 6,2 milioni di euro.

Si tratta nella stragrande maggioranza dei casi di beni che il Comune cerca di vendere da anni come vecchie scuole nelle frazioni, frustoli di terreno e case diroccate.

Tra i (pochi) pezzi pregiati spuntano il fabbricato che ospita il cinema Odeon a campo Parignano (stimato 648.000 euro), palazzo “Cornacchietto” in centro storico (360.000 euro), il mattatoio comunale di Castagneti (1,5 milioni) la cui concessione è in scadenza e per la cui valutazione il Comune si riserva una stima più puntuale.

Da cedere, tramite asta pubblica, ci sono anche i due appartamenti di corso Vittorio Emanuele che attualmente ospitano la sede dell’Ascoli Calcio e che sono al centro di un contenzioso giudiziario infinito (leggi l’articolo) e non ancora concluso. La stima è di 384.000 euro.

L’ingresso della sede dell’Ascoli Calcio

In agenda c’è anche la permuta tra il campo sportivo comunale “Aurini” destinato al Gruppo Gabrielli e il complesso “ex Pro Calcio” che sarà ceduto all’Arengo dalla società proprietaria di “Tigre” e “Oasi“.

Per il 2022 l’Arengo intende vendere cinque immobili tra cui spiccano il fabbricato “ex Regoli” a Campolungo (1,35 milioni) e l’ex caserma “Vecchi” in corso Vittorio Emanuele.

Nel 2023 il Comune conta di cedere due pezzi pregiati come le ex ville degli Sgariglia a Piagge (stimata 2 milioni) e Campolungo (3 milioni) oggi chiuse e a serio rischio abbandono. Per questi due complessi il Comune attende un interessamento da parte dell’agenzia del Demanio in ottica di valorizzazione ai fini turistici.

Via libera anche al piano di valorizzazione dei beni che comprende proprietà da affittare come il piano terra di Palazzo Pacifici in via del Trivio, i locali del chiostro di San Francesco, l’ostello della gioventù di via dei Soderini, il mercato coperto di via Recanati, boschi, fabbricati in zona Sentina, villa Sgariglia di Piagge e di Campolungo.

L’ELENCO COMPLETO DEI BENI COMUNALI DA VENDERE (qui)

L’ELENCO COMPLETO DEI BENI COMUNALI DA VALORIZZARE (qui)


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X