facebook rss

Le pagelle dell’Ascoli:
brilla il centrocampo
ma anche il solito Brosco

SERIE B - Dopo la vittoria con la Reggiana, sugli scudi Saric e Sabiri (già beniamino dei tifosi), ma vanno oltre la sufficienza anche i centrali difensivi (Spendlhofer una rivelazione). In crescita Cavion, piccolo passo indietro di Pucino

Saric

di Andrea Ferretti

LEALI 6 – Da una sua ingenuità nasce una pericolosa punizione a due in area, poi sciupata da Varone. Incolpevole sul gol di Mazzocchi ben servito da Kargbo.

PUCINO 5,5 – Un passo indietro rispetto alle ultime uscite. Diversi palloni sbagliati in fase di impostazione. Nel finale in grande difficoltà quando entra Kargbo, che non è un cliente facile per nessuno.

Brosco

BROSCO 7 – Sempre meglio partita dopo partita. Si conferma leader in difesa e tiene a bada sia con le buone che con le cattive gli attaccanti emiliani.

SPENDLHOFER 6,5 – Conferma la buona prestazione di Frosinone. Attento in marcatura e preciso negli anticipi. Mai in affanno. Una rivelazione.

KRAGL 6,5 – Padrone della corsia di sinistra, si limita più a un lavoro di impostazione che di spinta. Sbaglia tra poco e niente, e contiene alla grande le offensive ospiti.

CAVION 6,5 – Meglio nel secondo che nel primo tempo. Quando gli altri calano fisicamente, lui sembra non sentire la stanchezza e corre come al solito fino al novantesimo.

SARIC 7 – Padrone assoluto del centrocampo. Recupera palloni su palloni e non ne spreca nessuno. Prova anche la conclusione da fuori area, ma ancora una volta sfiora soltanto il gol.

SABIRI 7 – Dimostra una qualità da categoria superiore. Si piazza alle spalle di Bajic e si mette in mostra con giocate di alta classe, mai fini a se stesse. Con una sublime azione personale si procura il rigore, che poi trasforma. Primo gol in Italia per il giovane marocchino già idolo della tifoseria bianconera.

Chiricò

CHIRICO’ 6,5 – Sempre pericoloso quando, partendo da destra, riesce a convergere verso il centro. Sfiora il gol con un tiro a giro che scheggia il palo. Utile anche in fase difensiva quando si sacrifica per la squadra.

BAJIC 6,5 – Il bomber bosniaco si sblocca realizzando il primo gol in maglia bianconera con un preciso tiro dal limite. Poi il solito lavoro sporco di cui la squadra ne beneficia tanto.

PIERINI 6 – Ancora oggetto misterioso del nuovo Ascoli. Fa intravvedere buone doti, ma incide tra poco e niente. Ha bisogno di tempo.

TUPTA (dall’11’st) 6 – Subentra a Sabiri e si posiziona sulla trequarti. Sfiora il gol appena entrato.

GERBO (dal 18’st) 6 – Al posto dello stanchissimo Saric, argina le offensive avversarie facendo scudo davanti alla difesa.

CANGIANO (dal 18’st) 5,5 – Tenta qualche rapida ripartenza senza raccoglierne i frutti. Deve migliorare, ma ha le qualità per farlo.

DONIS (dal 39’st) S.V. – Gioca gli ultimi sei minuti più i quattro di recupero.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X