Quantcast
facebook rss

Nuovo cineteatro Piceno,
proseguono le proposte culturali

ASCOLI - La stagione prosegue nel segno della sicurezza ma anche dell’originalità. Il 31 ottobre, in occasione dell’evento dedicato al film Corpus Christi in compagnia di Peppe Piccioni, anche la mostra fotografica "Al cinema con il tuo mito" di Peppe Di Caro
...

di Stefania Mistichelli

Distanziati ma felici grazie all’arte fotografica di Peppe Di Caro e alle proposte culturali del Nuovo Cineteatro Piceno, dove la stagione prosegue nel segno della sicurezza e dell’originalità. Inaugura il prossimo 31 ottobre, infatti, in occasione della serata evento dedicata al film Corpus Christi in compagnia di Peppe Piccioni, la mostra fotografica “Al cinema con il tuo mito” di Peppe Di Caro, organizzata in collaborazione con il Cisi.

«Il segnale che vogliamo dare con Opera di Religione – afferma il presidente Simone Mariani – è quello di portare avanti un progetto culturale caratterizzato da grande vivacità e innovazione. L’iniziativa che presentiamo oggi è elevata dal punto di vista culturale e porta con sè un piglio giovane e fresco che consentirà di avvicinare a questo mondo anche chi finora ne è stato lontano». «”Al cinema con il tuo mito” – spiega Ivano Corradetti di Cisi – nasce proprio dalla volontà di proporre qualcosa di bello nonostante il Covid. Da qui l’idea, realizzata grazie alla disponibilità del Cinema, di inserire nei posti che devono rimanere vuoti per mantenere il distanziamento le immagini dei miti del Cinema. Il fatto di avere dentro Cisi, come vicepresidente, un artista come Peppe Di Caro, ha reso tutto più semplice».

Un’iniziativa divertente ma anche fortemente simbolica, attraverso la quale l’associazione Cisi e Peppe Di Caro sostengono il Cinema in un momento difficile per il settore, contemporaneamente trasformando un’esigenza di sicurezza – quella del distanziamento – in un’esperienza interessante e nuova. «L’arte – aggiunge Ina Komino del Nuovo Cineteatro Piceno – diventa strumento utile, nel segno della bellezza. E il fatto di aver scelto di collaborare con un artista locale aumenta il valore dell’iniziativa».

La mostra, infatti, nasce dal lavoro pluriennale di Peppe Di Caro, fotografo ufficiale del Premio David di Donatello. «Nella sala 1 del cinema Piceno ci sono trecentoventi posti – ha spiegato l’autore della mostra Peppe Di Caro – e quindi ho selezionato centosessanta foto dal mio archivio di oltre mille immagini, molte delle quali del David di Donatello, con il quale ho collaborato fino all’edizione del 2019, finché il covid non ci ha costretto ad interrompere tutto. Grazie alla mostra saranno “presenti” in sala Alberto Sordi, Ennio Morricone, Nicola Piovani, ma anche Paola Cortellesi, Gina Lollobrigida e Quentin Tarantino. Le foto saranno applicate su lastre di plastica, realizzate pensando innanzitutto alla sicurezza».

Tra gli personaggi della mostra, i cui spettatori diventeranno protagonisti attivi potendo prenotare un posto in sala accanto al proprio beniamino e scattarsi selfie da condividere con gli amici e sui social, non potrà mancare Giuseppe Piccioni, regista ascolano che interverrà via skype lo stesso 31 ottobre, alle 21, per presentare il film polacco Corpus Christi, diretto da Jan Komasa.

«Candidato agli Oscar come miglior film straniero – ha spiegato Ina Komino – Corpus Christi è stato premiato in occasione della 76esima Mostra Internazione d’Arte Cinematografica di Venezia dallo stesso regista (presente in veste di giurato) con il Premio per Inclusione Edipo Re 2019. Da quel momento Peppe Piccioni lo sta promuovendo e noi abbiamo accolto volentieri la sua proposta. Si tratta della storia di una giovane detenuto che in carcere vive una profonda trasformazione spirituale e desidera intraprendere la formazione in seminario per diventare sacerdote. Il suo passato pone degli ostacoli a questo suo sogno, ma la sua volontà sarà più forte di ogni imposizione. Il film illustra anche la vita di una piccola comunità e le sue contraddizioni ed incoerenze».

«Il Nuovo Cineteatro Piceno – la conclusione di Francesco Mangani, referente diocesano per il cinema – oltre a promuovere la settima arte si apre e dialoga anche con le altre forme di cultura. Siamo felici ogni qual volta possiamo presentare un progetto, anche perché vista la situazione stiamo navigando a vista. Stiamo comunque lavorando, omaggeremo nei prossimi mesi i grandi del cinema (Fellini entro Natale) e i personaggi della fede».

La serata evento del 31 ottobre è programmata per le 21, quando Peppe Piccioni su skype e Peppe Di Caro in sala presenteranno il film e la mostra. Costo biglietto: 5 euro

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X