Quantcast
facebook rss

L’emergenza il Covid
non ferma lo Iom:
sempre al fianco
dei malati oncologici

ASCOLI - La meritoria associazione di volontariato continua a garantire servizi. Trai tanti, assistenza domiciliare, informazioni, sostegno e supporto psicologico a distanza
...

Da venerdì 13 novembre le Marche fanno parte delle regioni arancioni, con tutte le limitazioni del caso dovute all’emergenza Covid. Ma lo Iom non ferma le sue attività e continua a garantire servizi.

La segreteria è aperta il mercoledì e giovedì dalle 9,30 alle 12,30 presso l’ufficio delle Associazioni del Volontariato accanto all’Urp dell’ospedale “Mazzoni“.

Nei restanti giorni le addette e volontarie lavorano da casa per garantire una continuità nei rapporti sia con i familiari dei pazienti, sia con le altre realtà con cui l’associazione fa rete.

L’equipe di assistenza domiciliare, composta dal medico fisiatra esperto in cure palliative, fisioterapisti e Oss, continua a lavorare adottando tutte le precauzioni necessarie alla sicurezza sia degli operatori che dei pazienti.

Alcune volontarie prestano servizio presso il front office di Oncologia effettuando il pre-triage, dando informazioni e sostenendo i pazienti in attesa di terapia.

Inoltre, è stato riattivato il supporto psicologico a distanza attraverso Skype, video chiamate su WhatsApp e telefono cellulare (numero 338.8758136)

E continua la gestione dell’Ambulatorio Senologico Multidisciplinare che momentaneamente si occupa dei casi dubbi o accertati di carcinoma mammario. Le patologie oncologiche sono considerate di categoria A per cui hanno la precedenza e l’urgenza nel trattamento (info al numero 366.7469731).

Plauso dunque allo Iom, che continua ad essere presente sul territorio, lavorando per mitigare il senso di isolamento e spaesamento che i malati oncologici e le loro famiglie stanno vivendo.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X