Quantcast
facebook rss

Samb, un calendario
da sfruttare per avvicinare
il vertice della classifica

SERIE C - Nei prossimi incontri un solo scontro diretto con la Triestina, per il resto gare con formazioni abbordabili. A Ravenna si presenta Colucci: «Squadra in difficoltà, lo dicono i numeri, serve qualcosa in più per invertire la rotta». Botta e Maxi Lopez out, Scrugli in dubbio
...

Mister Zironelli

di Benedetto Marinangeli

La vittoria sulla Vis Pesaro apre il mese che va a chiudere il 2020 nel modo migliore possibile per la Samb. Ora Maxi Lopez e compagni devono continuare sulla strada intrapresa a partire dalla trasferta di Ravenna. Il calendario infatti prevede gare alla portata dei rossoblù, a parte lo scontro diretto di Trieste in programma il prossimo 6 dicembre. L’undici di Mauro Zironelli nelle prossime sei partite ne giocherà due in casa (Legnago e Matelica) e quattro lontano dal “Riviera delle Palme” (Ravenna, il recupero di Arezzo, Triestina e Cesena il 20 dicembre). Avversari sulla carta abbordabili  ma, si sa, il calcio riserva sempre delle spiacevoli sorprese..

Ruben Botta (foto Sambenedettese Calcio)

Ecco quindi che i rossoblù non dovranno fare calcoli ma pensare di partita in partita. Sarà, poi, Mauro Zironelli a dare il giusto assetto tattico alla sua Samb. Contro la Vis Pesaro ha adottato un atteggiamento più offensivo con Bacio Terracino a fare da pendolo tra linea mediana ed attacco e Malotti, un esterno offensivo. nel ruolo di quinto di centrocampo. Un modulo che difficilmente verrà riproposto al “Benelli” di Ravenna anche se Zironelli al 3-4-3 è molto affezionato. Nei prossimi giorni proverà tutte le soluzioni possibili da adottare contro i giallorossi. In terra di Romagna mancheranno sicuramente Maxi Lopez e Ruben Botta. In dubbio c’è Scrugli.

SQUADRA – Doppia seduta di allenamento oggi al Samba Village: al mattino dopo un riscaldamento tecnico, i rossoblù si sono dedicati a lavorare sulla forza e sulla tattica. Nel pomeriggio maggior spazio alla tecnica con torelli e partitelle. Hanno svolto lavoro differenziato Maxi Lopez, Ruben Botta e Andrea Scrugliche stanno proseguendo il lavoro personalizzato per smaltire gli infortuni. I tre calciatori vengono valutati giornalmente dallo staff sanitario.

QUI RAVENNA – Conferenza stampa di presentazione per il neo tecnico romagnolo Leonardo Colucci. «Sono felice di essere a Ravenna – dice – e non sono parole di circostanza. Ringrazio la società per avermi scelto, non sono uomo di tante parole perché preferisco i fatti e garantisco massimo impegno. La squadra è in difficoltà e lo dicono i numeri, serve qualcosa in più da parte di tutti per invertire la rotta. Serve uscire dal campo dopo avere dato tutto il cuore, è il mio modo di essere ed un concetto che mi appartiene. La situazione è complicata ma la voglia di rientrare in gioco tanta. Con il presidente e Sabbadini poi ci siamo conosciuti negli anni e non ho avuto timore di accettare. E’ chiaro che bisogna sempre essere preoccupati, la preoccupazione ti fa arrivare preparato agli esami».

Per quanto riguarda il modulo tattico Colucci è esplicito. «All’inizio non voglio stravolgere quello che è stato fatto, voglio conoscere meglio il gruppo parlando con i ragazzi. In primo luogo sarò io ad adattarmi alle caratteristiche dei giocatori poi, una volta trovato l’equilibrio si potranno anche adattare o variare i moduli. L’importante sarà trovare un equilibrio e un’identità di squadra e commettere meno errori. Ho seguito solo un allenamento ed ho visto alcune partite, ma non ritengo che la squadra sia in ritardo di condizione. Quello che manca – conclude Colucci – sono fiducia ed autostima, venute evidentemente a meno dopo gli ultimi risultati. Ora serve fare un discorso soprattutto a livello mentale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X