Quantcast
facebook rss

Ladro tenta la fuga colpendo
con una gomitata il padrone di casa:
bloccato dai Carabinieri

PORTO SANT'ELPIDIO - Il giovane di origini albanesi ha colpito all'addome l'inquilino per poi tentare la fuga. Bloccato dai militari dell'Arma della locale stazione e del Radiomobile, ora dovrà rispondere di rapina impropria
...

 

Ancora un colpo alla criminalità messo a segno dai Carabinieri della stazione di Porto Sant’Elpidio e dei colleghi del Radiomobile. I militari, della compagnia dell’Arma di Fermo guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi, infatti, hanno denunciato un ladro in flagranza di reato per il quale sono poi scattati i domiciliari.

Il tenente colonnello Gismondi

I continui servizi di prevenzione sul territorio hanno dato, ancora una volta, dunque, i loro frutti. Ieri, nella tarda serata, i militari della stazione guidata dal luogotenente Corrado Badini, con l’ausilio di quelli del Norm-Radiomobile, comandati dal tenente Serafino Dell’Avvocato, hanno tratto in arresto un giovane albanese residente a Porto Sant’Elpidio, ritenuto responsabile di rapina impropria.

Raccolta la segnalazione arrivata al 112, i militari si sono precipitati nei pressi di un’abitazione da dove era stato segnalato un furto in corso. Arrivati, i carabinieri, hanno bloccato il giovane albanese che ha cercato di fuggire dopo aver colpito con una gomitata all’addome il proprietario di casa che aveva provato a fermarlo. Grazie al tempestivo intervento dell’Arma, il ragazzo è stato bloccato e si sono evitate ulteriori conseguenze all’inquilino.

Il comandante del Norm, Dell’Avvocato, e quello della stazione di Porto Sant’Elpidio, Badini

Il giovane è stato trovato in possesso di orologi, un cellulare, alcuni quadri di piccole dimensioni, oggetti di bigiotteria ma anche di alcuni arnesi da scasso.

Per lui è scattata prima la denuncia per rapina impropria e, successivamente, l’autorità giudiziaria ha disposto i domiciliari in attesa delle ulteriori disposizioni della magistratura.

Fortunatamente l’inquilino non ha riportato conseguenze dunque tutto finito nel migliore dei modi con l’ennesimo risultato dell’Arma nella continua lotta alla criminalità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X