facebook rss

Ascoli e Bertotto al lavoro
pensando al Venezia
E l’Entella seglie Vivarini

SERIE B - La società ha rinnovato fiducia al tecnico piemontese che ha continuato regolarmente a lavorare, e guiderà la squadra nella sfida contro l'ex Zanetti. I liguri hanno invece esonerato Tedino affidandosi a un altro ex bianconero

di Salvatore Mastropietro

L’inevitabile non è mai inevitabile. Così si potrebbe commentare, cercando di trasformare in un’aforisma buono per le didascalie social i due giorni successivi al fortunoso pareggio con l’Entella, quanto accaduto in casa Ascoli.

Tutto ha preso il via nel tardo pomeriggio di domenica, quando il patron Massimo Pulcinelli aveva definito proprio con questo termine – “inevitabile” – l’epilogo che avrebbe riguardato il tecnico Valerio Bertotto con un esonero che sarebbe dovuto arrivare al massimo nella giornata di ieri. Nonostante la lunga lista di papabili successori contattata dalla società, poche ore fa l’epilogo ha preso tutt’altra piega: Bertotto, che ha continuato a dirigere gli allenamenti sia ieri che oggi, rimarrà in sella almeno fino al prossimo match, in programma sabato 28 novembre alle ore 14 sul campo del Venezia allenato dall’ex Paolo Zanetti. La notizia ha lasciato di stucco un po’ tutto l’ambiente, non solo locale, che praticamente mai aveva assistito in passato ad una situazione analoga.

Bertotto

Valerio Bertotto, come detto, non ha mai smesso di lavorare in qualità di allenatore dell’Ascoli in questi due giorni. Nella mattinata di ieri aveva guidato regolarmente la squadra in una seduta defaticante.

Allo stesso modo, nel primo pomeriggio di oggi, il tecnico piemontese ha diretto un intenso allenamento in cui i bianconeri sono stati impegnati in attivazione, giochi di posizione, potenza aerobica e partita finale.

Il gruppo non ha mai fatto mancare la propria fiducia al lavoro di Bertotto. E sarebbe proprio questo uno tra i motivi che avrebbe convinto la società, oltre al fatto di non aver trovato tempestivamente un sostituto, a tornare sui propri passi. Dimostrazioni pratiche di questo aspetto sono attese a Venezia, in cui ben poche chance avranno i calciatori bianconeri se appariranno nuovamente come una squadra piatta e sfilacciata come emerso nelle ultime uscite.

Vivarini ai tempi dell’Ascoli

In casa Entella, al contrario, si è proceduto concretamente all’esonero di Bruno Tedino. La società del presidente Gozzi aveva già contattato nei giorni scorsi colui che, in caso di prestazione non soddisfacente, avrebbe preso il posto del friulano. Si tratta di Vincenzo Vivarini, che ha allenato l’Ascoli nella stagione 2018-2019 conquistando una salvezza tranquilla. I liguri si sono fatti trovare pronti e provvederanno ad annunciarlo non appena il tecnico abruzzese avrà risolto il contratto con il Bari, squadra che aveva guidato alla finale playoff di Serie C nell’ultimo campionato. Quello avvenuto in casa Entella è il secondo cambio di panchina del campionato di Serie B. Il primo aveva riguardato il Brescia con la scelta di Diego Lopez al posto di Luigi Delneri dopo sole due giornate.

GIUDICE SPORTIVO – Il giudice sportivo, con riferimento ad Ascoli-Entella, ha inflitto una giornata di squalifica ai bianconeriBuchel e Corbo, espulsi rispettivamente per somma di ammonizioni e con un rosso diretto “per avere commesso un intervento falloso su un avversario in possesso di una chiara occasione da rete”. I due bianconeri salteranno, dunque, la sfida di sabato pomeriggio con il Venezia e torneranno a disposizione per l’anticipo di venerdì 4 dicembre con il Pescara.

RIMBORSO BIGLIETTI – L’Ascoli Calcio comunica che, dalle alle ore 10 di venerdì 27 novembre alle ore 23,59 di lunedì 28 dicembre, saranno ripristinate le procedure di rimborso dei biglietti interrotte lo scorso marzo a seguito del lockdown. I possessori di titoli valevoli per le gare Ascoli-Cremonese e Ascoli-Chievodel campionato 2019-2020, disputate a porte chiuse a causa del Covid, potranno quindi chiedere il rimborso esclusivamente attraverso l’apposita piattaforma raggiungibile su www.rimborso.info.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X