facebook rss

«Devo consegnare il kit per la quarantena»,
in azione falsi operatori della raccolta dei rifiuti

TOLENTINO - Una donna ha ricevuto la chiamata da un uomo che diceva di voler andare a casa sua per consegnare il necessario a gettare l'immondizia per chi deve restare in casa perché positivo al Covid

cosmari

 

False telefonate per il ritiro dei rifiuti alle persone positive o in quarantena per Covid-19. L’allarme è scattato quando questa mattina una donna di Tolentino ha ricevuto una chiamata dove un uomo ha detto di essere un operatore del Cosmari che voleva consegnare il kit, direttamente a casa, per la raccolta dei rifiuti nelle abitazioni delle persone positive o comunque in quarantena per Covid.

Non un caso isolato, tanto che l’azienda chiarisce che «tutti i dipendenti di Cosmari srl indossano divise facilmente riconoscibili e che ogni volta si qualificano agli utenti in base alle proprie mansioni.

Nel caso specifico gli operatori Cosmari contattano le persone malate o in quarantena, solo ed esclusivamente, dopo la segnalazione del Comune.

Tutte le chiamate vengono effettuate dal Cosmari da personale qualificato per organizzare il servizio di raccolta domiciliare per questa particolare tipologia di utenza, in piena sicurezza».

Insomma il Cosmari invita a «non intrattenere alcun tipo di rapporto con persone che si presentano direttamente nelle case a nome Cosmari, se non identificabili».

Purtroppo sempre più cittadini, specie persone anziane, sono vittime di truffe o raggiri. Imbrogli sofisticati messi a segno da falsi operai o falsi controllori che potrebbero trarre in inganno anche le persone più attente. 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X