facebook rss

Ascoli in campo per superare la crisi
nel giorno dell’Immacolata:
a Pisa non si può più sbagliare

SERIE B - All'Arena Garibaldi è in programma il recupero della settima giornata. La partita offre tanti temi: due squadre in cerca di riscatto, peggior difesa contro peggior attacco. Delio Rossi spera in un'inversione di tendenza, ma deve fare i conti con le assenze di Kragl e Sabiri. Rientra Brosco dalla squalifica. Nerazzurri alla ricerca del primo successo casalingo che manca dal match col Picchio del 27 luglio. Calcio d'inizio alle 17, arbitra Maggioni

Delio Rossi

di Salvatore Mastropietro

Lo sconforto ed il pessimismo che hanno fatto seguito alla sconfitta interna nel derby con il Pescara devono essere messi alle spalle. In casa Ascoli, infatti, è già tempo di vigilia di un altro impegno di campionato. Domani, martedì 8 dicembre (ore 17) sul campo del Pisa è in programma, infatti, il match tra bianconeri e nerazzurri, valevole come recupero della settima giornata di campionato. La partita era inizialmente in programma lo scorso 7 novembre, ma fu rinviata su richiesta dei vertici di Corso Vittorio a causa del focolaio di Covid scoppiato all’interno del gruppo-squadra. Nell’occasione avrebbe dovuto giocarsi la panchina Bertotto, ma si preferì rimandare la decisione – poi arrivata dopo Venezia-Ascoli – alle partite seguenti.

Ormai Bertotto rappresenta il passato del club bianconero ed in panchina c’è Delio Rossi. Un profilo di grande esperienza che ha, tuttavia, iniziato in modo negativo la propria esperienza sotto le Cento Torri. La sconfitta di venerdì contro gli abruzzesi gli ha sicuramente fatto capire quanto lavoro c’è da fare e quanto le condizioni del “malato” Ascoli siano piuttosto serie. Serviranno, dunque, tutte le sue conoscenze per invertire subito la tendenza piuttosto negativa di quest’inizio di stagione, con i bianconeri scivolati addirittura in ultima posizione dopo l’ultima giornata.

I temi caldi sul tavolo in vista del match dello stadio “Arena Garibaldi-Romeo Anconetani” sono sicuramente molteplici. Di fronte l’Ascoli troverà una formazione reduce anch’essa da un periodo piuttosto poco felice. Nelle ultime due partite, il Pisa ha collezionato due pesanti sconfitte (1-4 contro il Cittadella e 4-0 contro la Spal) che hanno fatto scoppiare più di qualche campanello di allarme. La formazione di Luca D’Angelo – messo in discussione nonostante la fiducia di buona parte della piazza e della società – si trova a fare i conti, in particolare, con dei numeri difensivi da record (in negativo). In nove partite disputate i nerazzurri hanno subito ben 24 reti, un dato che li rende in assoluto la peggior difesa del campionato. Chissà che quest’aspetto possa essere d’aiuto all’Ascoli, che ha invece un cronico problema diametralmente opposto: con sole cinque reti realizzate è la squadra ad aver segnato di meno tra le venti squadre della Serie B.

Brosco

QUI ASCOLI – Nell’avvicinamento alla partita in terra toscana, l’Ascoli ha dalla sua parte un giorno in più di riposo rispetto all’avversario. Delio Rossi, che negli ultimi giorni ha lavorato principalmente sull’aspetto tattico, spera che questo possa essere un elemento d’aiuto per i suoi, che nelle ultime partite sono apparsi in grande difficolta – tra le tante cose – anche per quanto riguarda la condizione fisica. Il tecnico emiliano ha dovuto porre l’accento anche sugli aspetti mentali e caratteriali. E’ innegabile che il gruppo bianconero sia apparso particolarmente fragile da questo punto di vista. Qualche episodio a favore, in questo senso, potrebbe risultare decisivo per liberare le menti dai tanti fantasmi inevitabilmente presenti.

Dal punto di vista tattico, Delio Rossi dovrebbe continuare sulla strada del 4-4-1-1 già schierato – con risultati poco soddisfacenti – contro il Pescara. La buona notizia riguarda il recupero di Riccardo Brosco, che si è visto ridurre la squalifica di due giornate comminata dopo l’espulsione diretta ricevuta contro il Venezia. Negative, invece, quelle che arrivano dall’infermeria. Kragl sta ancora facendo i conti con un risentimento alla schiena, mentre con Sabiri si sta seguendo un approccio cauto dopo il colpo alla testa subìto contro il Pescara, a cui fortunatamente non hanno fatto seguito delle complicazioni.

Bajic

Per il resto, la formazione che scenderà in campo dovrebbe ricalcare grosso modo quella vista all’opera contro il Pescara. Tra i pali confermatissimo Leali, mentre in difesa al fianco della coppia Brosco-Spendlhofer saranno schierati Pucino e Sini come terzini. A centrocampo uno tra Cavion e Saric potrebbe rifiatare e fare spazio a Buchel, già allenato da Delio Rossi ai tempi del Bologna. Sugli esterni probabile la conferma di Gerbo, nonostante le prestazioni negative sulla fascia destra, ma non quella di Pierini. A guidare l’attacco sarà presumibilmente Riad Bajic con Chiricò ad agire alle sue spalle.

In tutto sono 23 i calciatori a disposizione di Delio Rossi per la trasferta di Pisa: Leali, Ndiaye, Sarr, Avlonitis, Brosco, Corbo, Ghazoini, Pucino, Sarzi Puttini, Sini, Spendlhofer, Buchel, Cavion, Donis, Gerbo, Lico, Saric, Bajic, Cangiano, Chiricò, Pierini, Tupta, Vellios.

D’Angelo, allenatore del Pisa

QUI PISA – Come detto, la squadra di Luca D’Angelo vuole dare una svolta al proprio campionato a partire dalla partita di domani. Si cercherà, inoltre, di invertire il negativo trend mostrato nelle precedenti uscite casalinghe: due pareggi ed una sconfitta nelle gare disputate all’Arena Garibaldi-Romeo Anconetani. L’ultimo successo sul campo di casa manca proprio dall’ultimo Pisa-Ascoli (1-0 con gol di Siega). I problemi difensivi restano alla base delle preoccupazioni in casa nerazzurra, ma la convinzione è che possano essere superati fornendo una prestazione di carattere e di livello nel complesso.

Il tecnico nativo di Pescara si affiderà ai suoi uomini chiave e tornerà al 4-3-1-2 che tanto bene ha fatto nello scorso campionato. Potrà contare, inoltre, sul rientro di Benedetti dalla squalifica in difesa, ma dovrà fare i conti con le assenze di De Vitis e Varnier. Per il resto, gli uomini da tenere sott’occhio per l’Ascoli resteranno quelli ormai noti: in attacco la coppia Palombi-Marconi è pronta a dar battaglia, così come centrocampisti del calibro di Siega, match winner nel precedente dello scorso 27 luglio.

Nella mattinata di domani la squadra nerazzurra effettuerà una rifinitura a poche ore dal fischio d’inizio, fissato per le ore 17 ad opera di Lorenzo Maggioni della sezione di Lecco.

L’arbitro Maggioni

LE PROBABILI FORMAZIONI

PISA (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Caracciolo, Benedetti, Belli; Siega, Marin, Mazzitelli; Vido; Marconi, Palombi. Allenatore: D’Angelo.

ASCOLI (4-4-1-1): Leali; Pucino, Brosco, Spendlhofer, Sini; Gerbo, Cavion, Buchel, Cangiano; Chiricò; Bajic. Allenatore: Rossi.

Arbitro: Maggioni di Lecco (assistenti Trinchieri e Dei Giudici, quarto ufficiale Meraviglia).

Stadio: Arena Garibaldi-Romeo Anconetani, ore 17.

Ascoli, Bajic nel mirino del Pescara Dionigi riparte dal Brescia

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X