Quantcast
facebook rss

Ascoli, Sottil verso l’Empoli:
«Affrontiamo un’altra corazzata,
convinto che ce la giocheremo»

SERIE B - Il Picchio, penultimo, è atteso dalla trasferta sul campo della seconda in classifica. Il tecnico bianconero: «Con la Spal ho visto l'atteggiamento giusto, ma dobbiamo essere ancora più corti e aggressivi. Affrontare una squadra forte come quella toscana deve essere di stimolo»
...

di Salvatore Mastropietro

Il dicembre di fuoco in casa Ascoli sta per concludersi, ma prima c’è da affrontare l’ultimo ostacolo. Domani, mercoledì 30 novembre alle ore 18, i bianconeri saranno di scena al “Castellani” di Empoli nel più classico dei testa-coda tra la squadra di Sottil (penultima) e quella di Dionisi (seconda ad un solo punto dalla capolista Salernitana). Il Picchio arriva alla gara dalla vittoria contro una compagine di livello come la Spal, arrivata nel giorno dell’esordio del nuovo allenatore 46enne. I toscani sono un altro avversario particolarmente impegnativo, ma l’Ascoli non deve fermarsi e cercare di mettere in cascina sempre più punti per tirarsi fuori il prima possibile dalle sabbie mobili della coda della classifica.

Sottil

Se si esclude la seduta di scarico effettuata ieri, lunedì 28, mister Andrea Sottil ha avuto solo la seduta di rifinitura per lavorare nello specifico sulla partita del “Castellani”. Il calendario molto fitto non permette di provare molto in allenamento, ma il nuovo tecnico ha tratto in sede di presentazione degli aspetti positivi da questa situazione: «E’ chiaro che non c’è neanche il tempo di goderci la vittoria con la Spal perché si torna subito in campo; da una parte è anche meglio, infatti ho detto ai ragazzi di archiviare già la partita di domenica, di cogliere gli aspetti positivi di quella sfida e di migliorare velocemente le cose meno buone».

Sottil è poi tornato sulla partita di domenica contro la Spal, in cui ha apprezzato molti aspetti della prestazione del gruppo bianconero: «Mi è piaciuto sicuramente l’atteggiamento, ho visto la voglia di vincere la partita e di non prendere gol, la voglia di tutti, anche di chi è subentrato. Mi sono piaciute le manovre di gioco, mentre dobbiamo migliorare sui sincronismi, ma questo avverrà col lavoro perché la qualità c’è».

Sottil con il ds Polito

Di fronte l’Ascoli troverà sicuramente una delle squadre più attrezzate della categoria come l’Empoli: «L’Empoli è una squadra costruita per vincere, ma questo per noi deve essere solamente motivo di stimolo, deve suscitare in noi maggiore voglia di competere con loro, penso bisogna avere il massimo rispetto per tutti gli avversari, ma andremo lì per giocarci la partita. Ci siamo preparati e sono convinto che ce la giocheremo, so benissimo la difficoltà della gara, ma dobbiamo continuare sulla nostra identità di gioco e di squadra. I ragazzi mi seguono, parliamo di giocatori anche importanti che hanno disputato campionati di livello. Vorrei che la squadra fosse sempre più aggressiva e corta nelle due fasi e sono convinto che domani tutto questo lo vedrò in campo».

I tanti impegni ravvicinati impongono a mister Sottil di effettuare qualche valutazione sulla condizione dei suoi in vista di un possibile turnover nella partita contro l’Empoli: «E’ normale che con le gare ravvicinate qualche valutazione devo farla, ho provato qualche soluzione alternativa, ma deciderò domattina».

Ascoli, reparti corti e intensità nella ricetta di mister Sottil Dal mercato spunta il nome di Millico

Per l’Ascoli di Sottil c’è l’esame Empoli nell’ultimo impegno del 2020


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X