facebook rss

Capodanno 2021
I giovani tutti chiusi in casa:
«E’ la cosa giusta per il bene comune»

ASCOLI - Una notte così restrittiva non si era mai visto, ma i ragazzi ascolani sono pronti a brindare all’interno delle proprie mura domestiche nel totale rispetto delle norme vigenti. Il senso di responsabilità e di bene comune supera la voglia di fare festa. Alla salute! Che, ricordiamolo, sempre, non è affatto una cosa scontata

di Andrea Pietrzela

Tutti uniti contro il Covid-19. Anche a Capodanno. È questo il messaggio che passa ascoltando i giovani e i ragazzi ascolani, i più penalizzati durante i periodi di festa dalle attuali restrizioni che impediranno (letteralmente) di fare gruppo e di brindare al nuovo anno nel modo in cui tutti siamo da sempre abituati. Quello del 2021 sarà un Capodanno – si spera – più unico che raro.

Ma stare chiusi l’ultima notte dell’anno tra le mura domestiche non spaventa: neanche coloro che solitamente sono i più propensi a fare festa sembrano accusare più di tanto il colpo. Quest’anno d’altronde, come qualcuno ci ricorda, ne abbiamo passate davvero tante e di peggiori.

«L’ultimo dell’anno resterò a casa, è una decisione che ho preso a cuor leggero – ci dice Gloria Le restrizioni sono necessarie, poi la festa di Capodanno non sarà una grande perdita rispetto a quanto già affrontato quest’anno. Le persone con cui festeggio solitamente sono di un’altra regione, non li vedo già da un po’ ed il problema dell’ultimo dell’anno non me lo sono neanche posto. Sarà solo un altro piccolo sacrificio, secondo me più che fattibile per il bene comune».

Dafne durante le festività natalizie

È sulla stessa linea di Gloria anche chi sarà costretto a trascorrere la mezzanotte non solo chiusa in casa, ma anche in solitudine.

«I miei genitori faranno entrambi il turno serale a lavoro, qundi a casa resterò da sola – spiega Dafne Il mio programma prevede un ordine dal McDonald come cenone, una bella serie TV per accompagnare la mia serata e un po’ di spumante per festeggiare la fine di questo pessimo anno». Nonostante la situazione, Dafne non si abbatte: «Questo virus può colpire e fare male ad ognuno di noi, quindi condivido in pieno le misure scelte dal Governo e credo che tutti debbano rispettarle». Anche al costo di restare soli la notte di Capodanno: «Serve solo un po’ di buon senso per il nostro bene e per quello degli altri, in un periodo davvero molto delicato». Non c’è comunque da preoccuparsi, Dafne non resterà sola troppo a lungo: a mezzanotte e cinque minuti è già in programma un brindisi in videochiamata.

«L’unica certezza che ho è quella di sparare qualche fuoco d’artificio alla mezzanotte per cancellare questo pessimo 2020 – ci racconta invece Alessio Per il resto, non so ancora se andrò a cena dalla mia ragazza o se resterà a casa. In ogni caso, voglio solo rilassarmi, godermi la serata e brindare più volte al un nuovo anno per cercare di dimenticare subito il vecchio».

Cosa che, chi più o chi meno, fare probabilmente chiunque. Auguriamo a tutti un felice anno nuovo nella speranza che il 2021 sia davvero un periodo migliore per tutti quanti noi. Alla salute! Che, ricordatelo sempre, non è affatto una cosa scontata.

Tanti auguri di buon anno da parte della redazione di Cronache Picene.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X