Quantcast
facebook rss

Federcalcio Marche,
in corsa anche Matteo Ricciardi
della Pallavolo Comunanza

COMUNANZA - Punto di riferimento dell'area montana per il suo impegno nelle società sportive che operano nell'entroterra piceno, fermano e maceratese. Se eletto, sarà delegato per le Marche a Roma insieme con altri quattro colleghi
...

Matteo Ricciardi

C’è anche Matteo Ricciardi, presidente della Pallavolo Comunanza, nella squadra di Ivo Panichi, in corsa per la presidenza della Federcalcio Marche.

Sabato 9 gennaio le votazioni ad Ancona in occasione dell’assemblea convocata per le ore 10,30, alla quale saranno presenti tutte le 422 società calcistiche marchigiane, di cui 77 della provincia di Ascoli.

Matteo Ricciardi è candidato come delegato assembleare. Se eletto, rappresenterà le Marche a Roma nella Figc insieme con altri quattro colleghi.

«In Figc – è lo stesso Ricciardi a spiegarlo –  le Marche hanno diritto a 5 delegati, seconde solo alla Lombardia che ne ha 6. Il numero dei delegati è dato dal rapporto tra società sportive dilettantistiche presenti sul territorio ed il numero degli abitanti».

Ricciardi segue da vicino diverse società sportive dell’area montana, del Piceno ma anche del Fermano e del Maceratese. Il suo impegno si estende anche a tutti gli sport, in particolare al calcio, di cui lui stesso è appassionato e sostenitore.

Nel tempo Matteo Ricciardi è diventato un punto di riferimento per i Comuni interni, dove non sempre è facile portare avanti programmi che coinvolgano i giovani.

La sede della Figc regionale

«E’ stato un onore per me – dice – essere stato contattato da Ivo Panichi, ascolano, uno dei tre candidati presidenti. Se saremo eletti, sarà l’occasione per dare voce al sud delle Marche, per la prima volta. Tra i primi problemi da affrontare – ha aggiunto Matteo Ricciardi – per chiunque ricoprirà la carica, c’è la ripartenza dopo il Covid, che ha segnato una battuta d’arresto per tutte le attività sportive dilettantistiche, che sono invece di grande importanza per una corretta educazione e formazione giovanile».

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X