facebook rss

Morto Alfredo Giammarini,
storico fotografo e cineoperatore

SAN BENEDETTO - Trovato senza vita nel suo appartamento di via Piemonte, ucciso probabilmente da un malore. Fervente monarchico e appassionato collezionista, ha fatto la storia dell'emittenza televisiva privata. Avrebbe compiuto 80 anni a luglio

A stroncarlo è stato quasi sicuramente un malore. Lo hanno trovato (i sanitari del 118 e i Vigilim del fuoco) questa sera, senza vita, nell’appartamento di via Piemonte dove viveva da solo.

A pochi giorni di distanza dalla scomparsa dello storico fotografo Giorgio Sgattoni se ne va un’altra pietra miliare dell’informazione sambenedettese, e non solo.

E’ morto Alfredo Giammarini, 79 anni (80 li avrebbe compiuti a luglio), fotografo ed ex cineoperatore, un pioniere delle tivù private che nella seconda metà degli anni Settata provavano a muovere i primi passi.

Fu infatti un pilastro dell’allora Telecavo Tvp, la cui sede si trovava in via Abruzzi, ben prima che esplodessero le berlusconiane Rete4, Canale 5 e Italia 1 che acquisirono canali di piccole tv regionali.

Quella Tvp era una piccola coraggiosa emittente in grado però di portare dentro le case dei sambenedettesi, ma non solo loro, le partite dell’amata Samb. Tvp seguiva e registrava puntualmente in tutta Italia anche le imprese dell’Ascoli Calcio che a quel tempo militava in Serie A affrontando le big del calcio nazionale.

Era un fervente monarchico, conosciuto a livello nazionale tanto da essere stato annoverato nel “Guinness dei Primati” quando realizzò la bandiera “monarchica” più grande del mondo.

Alfredo aveva portato avanti per decenni l’attività di fotografo nel negozio situato nel centro della città, ultimamente proprio accanto al Commissariato di Polizia.

Era anche un appassionato collezionista di antiche macchine fotografiche

Curioso come una volta, tanti anni fa – era il 18 agosto 1978 – Alfredo fu “costretto” dai suoi colleghi, giornalisti e fotografi, a far parte (schierandosi tra i pali come portiere) della Rappresentativa della stampa sambenedettese quando, sotto i fari del vecchio “Ballarin” dove, di fronte a migliaia di spettatori, si giocò la sfida contro i colleghi-rivali di Ascoli.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X