Quantcast
facebook rss

Ascoli, ecco Pinna
in prestito dal Cagliari:
«Arrivo con spirito di rivalsa»

SERIE B - Il terzino destro classe 1997 è il primo colpo in entrata del mercato bianconero. «Sono combattivo, furbo e aggressivo. Voglio trovare continuità, ho parlato con il ds Polito. Conosco Quaranta e Frattesi, che mi hanno consigliato la piazza ascolana»
...

di Salvatore Mastropietro

La sessione invernale di calciomercato sta progressivamente entrando nel vivo. In casa Ascoli è stata appena ufficializzata la prima operazione in entrata del 2021. La società bianconera ha comunicato di aver acquisito dal Cagliari a titolo temporaneo fino al prossimo 30 giugno le prestazioni sportive di Simone Pinna. Il calciatore ha raggiunto il Piceno nella giornata di ieri, domenica 12 gennaio, mentre oggi ha svolto i controlli e i test medici di rito. Pinna è un terzino destro classe 1997 cresciuto nel settore giovanile del club sardo, con cui ha anche esordito in Serie A. Nella scorsa stagione ha vissuto la prima esperienza nel campionato cadetto con la maglia dell’Empoli, collezionando un totale di 5 presenze. Ha vestito in precedenza la maglia dell’Olbia per quattro stagioni con 107 gettoni, alcune delle quali assieme a Danilo Quaranta.

Simone Pinna

Pinna, che ha scelto come numero di maglia il 18, si è anche presentato attraverso i canali ufficiali dell’Ascoli: «L’Ascoli mi ha voluto fortemente e io avevo voglia di rimettermi in gioco, a Cagliari mi sono infortunato, i primi di dicembre sono tornato in campo, ora ho bisogno di continuità. Sono passato da tre stagioni in cui giocavo 30 partite all’anno a disputarne cinque, quindi arrivo in bianconero con grande spirito di rivalsa. Caratterialmente ho un temperamento combattivo, non sono alto fisicamente quindi compenso con furbizia, cattiveria, agonismo e con voglia di prevalere sull’avversario. Sono stato fuori per un po’ di tempo, quindi cercherò di farmi largo e giocare per dare una mano alla squadra. Sono abituato a giocare a destra in una difesa a quattro, ma qualche volta sono stato impiegato a sinistra, come ad Empoli; all’occorrenza o in corso d’opera posso essere schierato anche in una difesa a cinque».

Pinna ha poi parlato della piazza ascolana, consigliatagli anche da Quaranta (con cui ha giocato a Olbia) e Frattesi (ex compagno di squadra a Empoli):«Conosco Danilo Quaranta, abbiamo giocato insieme a Olbia, inoltre ho sentito un mio ex compagno all’Empoli, Frattesi, che mi ha parlato benissimo di Ascoli. Conosco il figlio di Mister Sottil, so che il tecnico è un trascinatore, uno carismatico, che ti rende quanto tu gli dai, lo ricordo alla guida del Pescara. Conosco la piazza ascolana, è calda, i calciatori qui si sentono giocatori veri, è una piazza che ti forma sotto tutti i punti di vista. Inoltre la squadra è forte, non ha nulla in meno rispetto alle avversarie e lo ha dimostrato nelle ultime partite. Il diesse Polito mi ha detto che un giocatore si vede nei momenti di difficoltà, quando si deve rincorrere un risultato importante, è lì che vengono fuori il talento e la carica di un calciatore e non quando sei nelle prime posizioni di classifica e giochi sempre con serenità».

Ascoli: nel mirino c’è Danzi del Verona, Donis e Vellios già al capolinea


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X