facebook rss

La Samb si arrende (0-1)
alla corazzata Padova,
ma protesta per un rigore
non assegnato al 90°

SERIE C - Un gol di Jelenic dopo 18 minuti permette alla squadra di Mandorlini di violare il "Riviera" tarpando le ali alle velleità di rimonta dei rossoblù. Allo scadere fallo su Lescano non rilevato dall'arbitro che assegna una punizione per il Padova. Botta in panchina, Maxi Lopez subentra ma si fa male subito

di Benedetto Marinangeli

(foto Sambenedettese Calcio)

Il Padova sbanca il Riviera delle Palme e tarpa le ali alla rimonta in classifica della Samb che per la terza volta in questo campionato fallisce l’obiettivo del tris di vittorie consecutive. Un successo quello veneto costruito con una condotta di gara impeccabile ed una supremazia fisica evidente in campo.

Ma la Samb può recriminare solo nell’episodio del finale quando Lescano è messo giù in area da Rossettini con l’arbitro che lascia correre assegnando invece una punizione a favore per i veneti. Troppo poco per meritare il pareggio anche perchè Vannucchi non ha dovuto compiere alcun intervento di rilievo per salvare la propria porta nell’arco dei novanta minuti.

Con Ruben Botta in panchina per onor di firma, Zironelli torna al 3-5-2 con il redivivo Rocchi a fare compagnia ad Angiulli e Shaka Mawuli sulla mediana e con Nocciolini in coppia con Lescano in avanti. Mandorlini dall’ altra parte deve fare a meno di Biancon, Hallfredsson, Kresic, Matteo Mandorlini e Buglio tra infortuni e positivi al Covid. Dei due nuovi arrivi, solo il difensore Rossettini è nell’undici titolare con l’attaccante Biasci che è in panchina e vi resta fino alla fine. Il tridente offensivo, del 4-3-3 iniziale,  è formato da Jelenic, Paponi e Bifulco.

Le due squadre si studiano in campo alla ricerca del pertugio giusto per fare male. Al 10’ ci prova Nocciolini con una conclusione dalla distanza che non  crea problemi a Vannucchi. E al 18’ il Padova passa in vantaggio con Jelenic che scattato sul filo del fuorigioco, con la difesa rossoblù alta dopo un lancio di Ronaldo. Il numero undici si presenta solo davanti a Nobile e lo trafigge con un preciso rasoterra. I veneti con un ottimo pressing sulla mediana impediscono alla Samb di ragionare ed allo stesso tempo di creare pericoli alla porta difesa da Vannucchi.

Il primo tempo si chiude senza particolari emozioni con uno sterile possesso palla della Samb ed un Padova sempre corto e aggressivo pronto a colpire con le ripartenze. Ad inizio ripresa Zironelli si gioca la carta Maxi Lopez per Rocchi con la formazione rossoblù che passa al 3-4-3. E’ però il Padova a farsi vedere con un affondo di Jelenic per Paponi la cui conclusione è contrata in angolo da Enrici. Al 7’ è Nobile a salvare di piede su un’incursione sempre di Paponi. La partita di Maxi Lopez dura solo dieci minuti. Un infortunio muscolare, probabile contrattura, lo mette ko ed al suo posto ecco Chacon.

All’ 11’ ci prova Shaka Mawuli la cui conclusione è controllata con facilità da Vannucchi. Al 29’ corner di Chacon, Shaka Mawuli prolunga di testa con Cristini che non arriva per un nonnulla alla deviazione vincente sul secondo palo. Minuto dopo è Nocciolini di testa ad avere una grossa chance su assist di Angiulli, ma il suo colpo di testa finisce placido tra le mani di Vannucchi.

Al 90’ la Samb reclama per un calcio di rigore per un contatto in area di Rossettini su Lescano, ma Natilla di Molfetta assegna una punizione a favore del Padova, scatenando le proteste dei rossoblù. Ci prova anche Angiulli da fuori area ma la sua conclusione è centrale. E’ l’ultima emozione del match. Domenica prossima arriva al Riviera il Carpi. E siamo già alla prima di ritorno.

SAMB (3-5-2): Nobile 6,5; Cristini 5,5, D’Ambrosio 5,5, Enrici 5,5; Masini 6,5, Shaka Mawuli 6, Angiulli 6, Rocchi 5 (1’ st Maxi Lopez sv e 10’ st Chacon 6), Trillo 5,5 (26’ st Liporace 5); Nocciolini 5,5 Lescano 6. A disposizione: Laborda, Biondi, Di Pasquale, Botta, Malotti, Serafino, Mehmetaj, Lavilla, De Ciancio. Allenatore: Zironelli 6.

PADOVA (4-3-3): Vannucchi 6; Curcio 6, Gasbarro 6,5, Rossettini 6,5, Germano 6 (46’ st Fazzi sv); Della Latta 6,5, Ronaldo 6,5, Hraiec 6,5;  Jelenic 7 (23’ st Pelagatti 6), Paponi 6 (23’ st Santini 6), Bifulco 6 (28’ st Nicastro sv). A disposizione: Merelli, Burigana, Valentini, Vasic, Biasci, Andelkovic, Beretta, Jefferson. Allenatore: Mandorlini 6,5.

Arbitro: Natilla di Molfetta 6 (assistenti Marinetti e Feraboli, quarto ufficiale Di Cairano).

Rete: 18’pt Jelenic.

Note: ammoniti Germano (P) e Hraiech (P). Angoli 7-3 per il Padova. Recupero 0’+4′.

Serie C: colpi di scena e ammucchiata in testa


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X