Quantcast
facebook rss

Samb e il caso Mawuli:
la Procura Federale
apre l’inchiesta

SERIE C - Il centrocampista ghanese sarà ascoltato sui fatti verificatisi nel corso della gara con il Padova. Gianni Improta intervistato da PadovaSport conferma le accuse: «Il ragazzo mi ha riferito il nome del calciatore che in campo gli ha rivolto frasi razziste. I fatti ci sono stati e l'arbitro ne era informato»
...

di Benedetto Marinangeli

Il procuratore federale Giuseppe Chiné ha aperto un procedimento sui presunti insulti a sfondo razziale rivolti al centrocampista della Samb Shaka Mawuli nel corso della gara con il Padova di domenica scorsa. Il caso è stato sollevato dal direttore tecnico rossoblù Giovanni Improta lunedì sera, durante la trasmissione Cuore di Calcio di Vera Tv. Il centrocampista nei prossimi giorni sarà convocato in Procura per essere ascoltato.

Il dt Improta (foto Sambenedettese Calcio)

Intanto però, il Padova calcio con una nota stampa respinge tutte le accuse. «Con riferimento alle dichiarazioni rilasciate agli organi di stampa dal direttore tecnico della Sambenedettese Gianni Improta –si legge nella nota del club veneto– il Calcio Padova tiene a precisare che nulla è emerso dai referti degli ufficiali di gara e dalle relazioni dei funzionari federali e della Lega Pro presenti allo stadio di San Benedetto del Tronto per il servizio gara. Il Calcio Padova tutelerà in tutte le competenti sedi la dignità e l’immagine della società e dei suoi tesserati».

Allo stesso tempo, però, il direttore tecnico Gianni Improta intervistato da “PadovaSport” precisa alcune circostanze su ciò che è accaduto al Riviera domenica scorsa. «Diciamo che le accuse sono molto ben circostanziate. Il ragazzo –dice al magazine veneto- mi ha riferito il nome del giocatore in campo che lo ha ripetutamente offeso con frase razziste, nome che ovviamente non farò perché sarà la Procura ad andare in fondo. Si fa tanto contro il razzismo nel calcio, anche a livello europeo, dobbiamo remare tutti nella stessa direzione. Ma la cosa più triste, quella che ha fatto stare più male il ragazzo è un’altra.

Mawuli (foto Sambenedettese Calcio)

Mawuli ha più volte fatto presente all’arbitro la situazione, indicando il giocatore che ha proferito queste frasi. L’arbitro però non è mai voluto intervenire. Capisco bene anche da ex calciatore che nei momenti concitati della gara ci possano essere insulti, ma frasi del genere no. L’arbitro ha fatto finta di nulla, non c’è traccia nel referto di questo episodio. Adesso lo abbiamo fatto presente alla Procura, vedremo come si muoverà. Non vogliamo accusare nessuno in modo gratuito, ma questi fatti ci sono stati e l’arbitro ne era informato».

Ora sarà la Procura Federale ad occuparsi del caso ed importante sarà proprio la testimonianza di Shaka Mawuli che sarà chiamato a confermare le sue dichiarazioni. Comunque la gara con il Padova va in archivio ed ora la Samb deve pensare al prossimo match casalingo con il Carpi che questo pomeriggio è stato sconfitto per 1-0 dal Matelica nel recupero dell’ Helvia Recina. La rete della vittoria per i biancorossi di Colavitto è stata realizzata dall’ex Emilio Volpicelli grande protagonista in questa stagione in terra maceratese.

SQUADRA – Doppia seduta al Samba Village di Monsampolo: al mattino i rossoblù si sono allenati in due gruppi con lavori di forza ed esercitazioni tecnico tattiche alternate, cambi di senso e direzione. Nel pomeriggio attivazione, partitelle a tema, esercitazioni tecnico tattiche e partita finale. Tutti a disposizione a eccezione di Maxi Lopez che ha svolto lavoro differenziato. Botta è rientrato nel gruppo e quindi sarà in campo domenica prossima con il Carpi.

ANTICIPO – Gubbio-Samb, inizialmente in programma per domenica 31 con fischio d’inizo alle ore 17.30 è stata anticipata a sabato 30 alle ore 15.

ARBITRO – Michele Giordano di Novara (Massimino-Gialtieri, quarto uomo Moriconi di Roma 2) è il fischietto designato a dirigere Samb-Carpi. Fischio d’inizio ore 15.

Samb, il dt Improta accusa: «Mawuli offeso con frasi razziste contro il Padova»

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X