facebook rss

Controlli dei Nas al “Murri” di Fermo,
8 decessi in due giorni
e 69 pazienti Covid ricoverati

EMERGENZA CORONAVIRUS - Non si esclude che i militari del Nucleo antisofisticazione e della Sanità si siano mossi su delega dell’autorità giudiziaria, e magari a seguito di un qualche esposto. L'ospedale nei giorni scorso è stato teatro di un preoccupante focolaio Covid

di Giorgio Fedeli

All’ospedale “Murri” di Fermo sono arrivati i Nas, i militari del Nucleo Antisofisticazione e Sanità dell’Arma dei Carabinieri.

I militari, almeno stando ad alcune prime e sommarie indiscrezioni, avrebbero effettuato dei sopralluoghi, dei controlli e delle ispezioni nei reparti Covid dell’ospedale.

Ma sulla specifica finalità investigativa delle divise ancora non si hanno informazioni ben precise. Non è da escludere, comunque, che gli specialisti dell’Antisofisticazione e della Sanità dell’Arma si siano mossi, presumibilmente su delega dell’autorità giudiziaria, e magari a seguito di un qualche esposto con oggetto proprio il Murri, piombato purtroppo alla ribalda delle cronache locali e non solo per un preoccupante focolaio Covid divampato nei giorni scorsi nel nosocomio.

Intanto, spostandoci sul fronte prettamente sanitario, non sono affatto buone, sul fronte prettamente patologico, le notizie che arrivano dall’Area Vasta 4 in merito ai decessi e ai ricoveri di pazienti Covid nel nosocomio fermano.

I ricoveri ad oggi – fanno sapere dall’Area vasta 4 – sono 30 nel reparto di Malattie infettive, 5 in terapia intensiva, 21 a medicina Covid 1, 12 a medicina Covid 2, uno al Pronto Soccorso. Sono avvenuti tra la giornata di ieri e di oggi, 26 dicembre, 8 decessi, non tutti registrati ancora nel bollettino del Servizio Sanità delle Marche.

Uno scenario a dir poco nefasto per il presidio ospedaliero fermano che torna a sprofondare nell’incubo peggiore, quello di una pandemia che sta asfissiando il cuore della sanità fermana.

Al Sassatelli, invece, anche questo colpito da un focolaio Covid, a sabato scorso dei positivi riscontrati ce n’erano ancora cinque ricoverati al “Murri”. I decessi complessivi sono stati 13. Altri 38 ancora positivi sono distribuiti tra Campofilone, Ripatransone e Sant’Elpidio a Mare. Si sono negativizzati, invece, in 22 e ora sono ospiti, per la maggior parte, a Montegranaro ma anche a Montegiorgio e Sant’Elpidio a Mare. Sono 24 invece gli ospiti che sono sempre rimasti negativi e che quindi sono restati nella struttura.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X