facebook rss

Investì una donna in corso Mazzini,
identificato il pirata della strada

ASCOLI - La Procura ha chiuso le indagini nei confronti di un 55enne residente in città accusato di aver procurato lesioni guaribili in 40 giorni senza essersi fermato

La Procura di Ascoli ha chiuso le indagini nei confronti di un 55enne ascolano, molto noto in città per il suo continuo “girovagare”, accusato di aver investito con la sua auto una donna in corso Mazzini scappando senza prestare soccorso.

Un tratto di corso Mazzini

Il fatto risale al marzo dello scorso anno quando la donna, di origini straniere, mentre camminava sul lato destro della strada fu colpita dalla vettura finendo a terra e riportando una serie di lesioni come la frattura esposta del malleolo esterno e interno con lussazione dell’articolazione tibio-tarsica.

L’avvocato Morganti

Nonostante l’obbligo di fermarsi previsto dal Codice della Strada (articolo 189), l’automobilista tirò diritto senza soccorrere la donna

La Procura gli contesta, oltre alla violazione del Cds, anche il reato di lesioni colpose (articolo 590 del codice penale) e la recidiva reiterata.

L’uomo è difeso dall’avvocato Silvia Morganti che sta ora mettendo a punto la strategia difensiva.

rp


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X