facebook rss

Ascoli Primavera
perde ancora, a Cagliari
finisce in goleada: 5-0

CALCIO GIOVANILE - Sesta sconfitta in sei partite per i giovani bianconeri nel campionato di Primavera 1. La trasferta in terra sarda finisce nel peggiore dei modi e torna a casa con un pokerissimo da parte dei rossoblu. La squadra di Abascal resta ultima con zero punti. Prossimo match sabato 6 febbraio contro la Spal, altra neopromossa

di Salvatore Mastropietro

L’esperienza dell’Ascoli nel campionato Primavera 1 non riesce a decollare. Nella trasferta in terra sarda sul campo del Cagliari la squadra di Guillermo Abascal ha raccolto la sesta sconfitta su sei partite totali disputate. Il successo della compagine rossoblu è a dir poco netto (4-0) per quanto visto nel corso di un match che ha reso evidente il gap tecnico e fisico tra le due formazioni. I bianconeri hanno pagato nuovamente a caro prezzo le ingenuità commesse senza riuscire a creare occasioni pericolose, ad eccezione di un paio di fiammate. La Primavera ascolana, che resta fanalino di coda del raggruppamento con zero punti, avrà adesso qualche giorno di riposo prima del prossimo impegno, in programma sabato 6 febbraio contro la Spal, nella speranza che si possa raddrizzare una stagione per il momento da dimenticare.

L’allenatore Guillermo Abascal

CRONACA – L’inizio gara è tutto di marca sarda. Il Cagliari ci mette meno di tre minuti per portarsi in vantaggio. Il numero 7 Desogus colpisce la traversa a tu per tu con Bolletta, ma sulla respinta Tramoni è il più lesto di tutti a battere a rete a porta sguarnita. I bianconeri provano a guadagnare terreno, ma non riescono a rendersi pericolosi. I sardi, al contrario, ripartono con grande efficacia sfruttando la velocità degli esterni. Al 10’ Cagliari vicinissimo al raddoppio con Delpupo, che manda alto in maniera clamorosa da pochi metri. Al 14’ Pulsoni, dopo un’incursione dalle retrovie, si guadagna un pericoloso calcio di punizione dal limite dell’area. Alla battuta va Lisi, ma la sua conclusione viene deviata in angolo dalla barriera. La difesa bianconera non c’è e si vede al minuto 19. Sugli sviluppi di un corner, l’attaccante rossoblu Contini viene lasciato libero di battere a rete sul secondo palo e fa 2-0. I ritmi della gara si abbassano ed il Cagliari cerca di gestire la partita. Al 31’ rischiano di combinarla ancora grossa i bianconeri con un retropassaggio sbagliato che lascia Contini a tu per tu con Bolletta. Il giovane estremo difensore riesce a metterci una pezza con un bell’intervento in scivolata. Ascoli Primavera pericoloso al 38’, quando un cross dalla fascia sinistra per poco non beffa il portiere avversario Ciocci, bravo a respingere nell’occasione. Poco dopo ci prova Intinacelli dopo una grande iniziativa personale, ma Ciocci è ancora attento e sventa la minaccia. Senza altri sussulti i giovani di Abascal rientrano negli spogliatoi sul doppio svantaggio.

L’Ascoli Primavera

Pronti, via ed il Cagliari reclama un calcio di rigore per un intervento su Desogus, giudicato regolare dall’arbitro Maggio. Al 50’ ottima occasione per i padroni di casa con una conclusione di Desogus da pochi passi, parata in sicurezza da Bolletta. Tensione tra le due panchina al 60’ con protagonisti il vice di Abascal ed un componente della panchina cagliaritana. Anche in campo il direttore di gara è costretto a tirar fuori un paio di cartellini gialli, ma la gara resta tutto sommato corretta. Al 64’ Cagliari vicinissimo al 3-0 con il solito Contini, che scappa alla difesa e prova a sorprendere Bolletta con un pallonetto che termina di poco alto. Cinque minuti dopo l’estremo difensore bianconero si supera su una conclusione ravvicinata dello stesso Contini. Al 70’ l’episodio che chiude di fatto la partita. Un cross dalla sinistra trova il braccio di Suliani e per l’arbitro Maggio non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Dal dischetto Contini spiazza Bolletta e fa 3-0. Il passivo per i bianconeri rischia di farsi pesante al minuto 79, quando Delpupo spreca da buona posizione. L’Ascoli ci prova nel finale con un colpo di testa di Franzolini che non trova la porta. Allo scoccare del 90’ c’è addirittura spazio per il 4-0 rossoblù con un mancino preciso del neo entrato Kouda. Il classe 2002, acquistato pochi giorni fa dalla Serie D, sigla addirittura il 5-0 due minuti dopo con un tap-in vincente su assist di Masala.

CAGLIARI (4-2-3-1): Ciocci; Boccia, Palomba, Cusumano, Michelotti; Kourfadilis, Conti (13’st Schirru); Tramoni (27’st Masala), Delpupo, Desogus (13’st Cavuoti); Contini (35’st Kouda). Allenatore: Agostini.

ASCOLI (4-3-3): Bolletta; Pulsoni, Alagna, Markovic, Gurini; Lisi (8’st Suliani), Oliveri (36’st Colistra), Franzolini; Cudjoe (1’st Palazzino), Pozzessere (17’st Ibrahimi), Intinacelli (17’st Riccardi). Allenatore: Abascal.

Arbitro: Maggio di Lodi.

Reti: 3’pt Tramoni, 19’pt e 26’st Contini, 45’st e 47’st Kouda.

Note: ammoniti Conti (C), Desogus (C), Suliani (A), Tramoni (C), Cavuoti (C), Gurini (A). Recupero 1’+4’.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X