Quantcast
facebook rss

Trasferimento della Rcf,
l’azienda diserterà l’incontro in Regione:
i sindacati chiedono il rinvio

SAN BENEDETTO - La riunione era prevista per l'1 febbraio ad Ancona. I segretari provinciali di Ascoli Pompei e Piattelli (Fiom e Uilm) hanno sollecitato all'assessore regionale Aguzzi di calendarizzare un nuova data per discutere della delicata questione che mette a rischio 23 posti di lavoro 
...

Alessandro Pompei (Fiom)

Non ci saranno i vertici della Rcf spa all’incontro previsto per domani, 1 febbraio, ad Ancona nella sede dell’assessorato al Lavoro, per discutere con i sindacati delle sorti dei 23 lavoratori dello stabilimento di San Benedetto.

I segretari provinciali di Ascoli Alessandro Pompei (Fiom Cgil) e Marco Piattelli (Uilm Uil) non ci stanno e chiedono all’assessore regionale Stefano Aguzzi di mettere in calendario una nuova data. «Aguzzi ha manifestato piena disponibilità», affermano i sindacalisti.

La Rcf, azienda di Reggio Emilia, leader dei sistemi audio ha annunciato il giorno 12 gennaio la volontà di cessare l’attività presso lo stabilimento di San Benedetto (zona Agraria) e di trasferire presso lo stabilimento reggiano i dipendenti che fossero disponibili (leggi qui).

Immediata la reazione dei sindacati che hanno chiesto l’attivazione di tutte le forme conservative dei  posti di lavoro ed un  tavolo di confronto con la Regione e le istituzioni locali per trovare insieme tutte le soluzioni possibili a garantire la presenza dell’azienda nelle Marche


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X