facebook rss

Condannato il pusher che si buttò
dalla finestra per sfuggire alla cattura

ASCOLI - Nel corso della precedente udienza si era difeso affermando che la droga non era destinata allo spaccio, ma all'uso personale

Per sfuggire alla cattura degli agenti della Squadra Mobile della Questura di Ascoli si era persino buttato dalla finestra della sua abitazione. Ma alla fine, (P.N. le iniziali dell’uomo) era stato arrestato ugualmente (leggi l’articolo) con l’accusa di aver ceduto, poco prima, un paio di dosi di cocaina ad un tossicodipendente nella zona delle “Caldaie”.

Al termine del processo svoltosi davanti al giudice Claudia Di Valerio del Tribunale di Ascoli è stato condannato a un anno e quattro mesi per i fatti risalenti all’agosto del 2020.

Difeso dagli avvocati Silvia Morganti e Umberto Gramenzi, nel corso della precedente udienza aveva sostenuto che la sostanza stupefacente non era destinato allo spaccio, ma all’uso personale.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




X